Una breve storia della benzina: come il petrolio standard ha costruito il suo monopolio tossico

Allan Nevins Amoco Andrews & Co. Arnold R. Attività commerciale Charles Pratt Clark Clark Andrews & Co. Crack spread Economy of the United States Edward S. Harkness Elisa Davison ExxonMobil finanza General Motors Harold F. Williamson Henry Flagler Henry H. Rogers Henry Huttleston Rogers Henry M. Flagler Henry Morrison Flagler Jamie Kitman John D. John D. Rockefeller John Davison Rockefeller John H. Alexander John K. Winkler John T Flynn Joseph Pulitzer Maurice B. New York Central Petroleum industry Petroleum industry in the United States Rockefeller & Co. Rockefeller family ron chernow Samuel Andrews South Improvement Company Standard Oil STANDARD OIL COMPANY Stephen V. Harkness Tarbell the standard oil company Theodore S. Roosevelt tom scott William Avery Rockefeller William Levingston
2021-07-17 07:01.

Prima che tu possa iniziare a vendere uno dei prodotti più letali che l'uomo abbia mai realizzato, la benzina con piombo, aiuta il fatto che le persone aziendali abbiano un passato spericolato e spietato. Nel corso delle sue prossime quattro puntate, Brief History of Gasoline di Jamie Kitman esaminerà tre degli attori principali della saga che ci ha portato il piombo tetraetile e una miriade di altri sgradevoli additivi per benzina. DuPont e il suo reparto aziendale di lunga data, la General Motors, che ha inventato la benzina con piombo, saranno presi in considerazione nelle prossime settimane, ma qui, la Standard Oil del New Jersey, la società affettuosamente conosciuta oggi come ExxonMobil, è sotto i riflettori. È una lunga storia, ma è iniziata molto tempo fa e non è ancora finita, quindi vale la pena raccontarla.

Questa è la quarta storia di una serie di storie sulla storia della benzina. Finora, la copertura tecnica di Jalopnik si è concentrata principalmente sull'emergere o sul riemergere del veicolo elettrico. Uno degli argomenti principali sollevati contro le auto elettriche e le infrastrutture di ricarica elettrica è stato che portare entrambi nel mainstream richiederebbe investimenti significativi da parte di attori pubblici e privati, e che questo non è stato generalmente politicamente appetibile negli Stati Uniti. In questa serie in più parti ( ecco la storia di come l'industria petrolifera ha creato il suo progetto per l'inquinamento devastando prima la Pennsylvania ), il pluripremiato giornalista Jamie Kitman illustrerà come le entità aziendali e governative americane hanno collaborato per oltre un secolo a un progetto energetico molto più costoso, complesso e mortale: la benzina.

"L'esperienza effettiva ha dimostrato che questi uomini sono, dal punto di vista delle persone in generale, inadatti a cui affidare il potere implicito nella gestione di una grande azienda".

Theodore S. Roosevelt

Nato l'8 luglio 1839, John Davison Rockefeller, figlio di William Avery Rockefeller ed Elisa Davison, sarebbe ricordato al momento della sua morte quasi 100 anni dopo, non solo per la sontuosa fortuna che lasciò come primo miliardario al mondo. O per la colorata tabella di marcia del comportamento aziendale selvaggiamente senza scrupoli che Standard Oil, il lavoro della sua vita e il motore ruggente della sua grande prosperità, hanno ideato. Molti ricorderanno la sua filantropia, la pietà battista e la fedeltà alla moglie. Era un tipo complicato.

In tutti questi modi, tranne la parte complicata, l'uomo più ricco del mondo era molto diverso da suo padre, un medico ciarlatano e venditore di medicinali per brevetti che manteneva due mogli e due famiglie prima di abbandonare la sua prima famiglia per vivere con una seconda sotto falso nome . Il contrasto con il figlio che divenne il più ricco di tutti i cittadini del mondo era così improbabile (e stimolante) che l'uomo che in seguito si sarebbe chiamato Dr. William Levingston - un soprannome adottato, in parte, per eludere un'accusa di stupro il 1840 - trascorse un bel po' della sua anzianità schivando i giornalisti prima di morire finalmente alla veneranda età di 96 anni. (Con grande dispiacere di suo figlio, tutto sarebbe stato esposto nel 1908, due anni dopo che il vecchio aveva esalato l'ultimo respiro, in Joseph Pulitzer's carta, il Mondo , in un pezzo intitolato"La doppia vita segreta del padre di Rockefeller rivelata dal mondo." )

Cresciuto nell'arduo nord dello stato di New York, il giovane John D. Rockefeller si trasferì in un sobborgo di Cleveland all'età di 14 anni. Data la sua infanzia difficile e la prima vita di quasi penuria, né la personalità severa né le ambizioni smisurate di Rockefeller erano sorprendenti. Era, il tempo avrebbe detto, un uomo posseduto. Come osserva la cronaca completamente leggibile di Ron Chernow Titan: The Life of John D. Rockefeller, Sr. , un biografo contemporaneo apprenderebbe che il giovane Rockefeller una volta si vantava con un anziano socio in affari: "Sono destinato a essere ricco, destinato ad essere ricco - DATO PER ESSERE RICCO!” Poi, si batté forte il ginocchio. E ricco sarebbe.

Abbandonando la scuola superiore, si è affrettato a seguire un corso di economia di sei mesi al college in doppio tempo e, dopo un breve periodo come impiegato per una compagnia di spedizioni locale, il diciannovenne Rockefeller, insieme a un vicino, Maurice B. Clark, formò la ditta Clark & ​​Rockefeller, produce spedizionieri e commercianti di commissioni, con $ 1000 presi in prestito dal padre temporaneamente floscio (con il quale ha mantenuto una relazione) e un importo simile prelevato dai propri risparmi. Non per l'ultima volta, la guerra si sarebbe rivelata vantaggiosa per gli interessi commerciali centrali in questa storia, l'inizio della guerra civile causando una significativa espansione delle spedizioni attraverso la città portuale dell'Ohio e rendendo fortuita la tempistica della fondazione della neonata azienda. Come molti che all'epoca potevano permettersi di farlo, John D. assunse qualcuno per combattere per l'Unione al suo posto.

Il taglio e la spinta degli affari impegnarono il giovane mercante come sapeva che avrebbe fatto e, nel 1862, Clark e Rockefeller stavano andando così bene che furono invitati ad aiutare a finanziare una nuova raffineria a Cleveland, la Excelsior Works, costruita da un recente emigrato inglese , un lavoratore a giornata diventato chimico dell'industria petrolifera, Samuel Andrews. La Clark, Andrews & Co. fu costituita l'anno successivo, ma nel 1865 Rockefeller prese il timone dell'operazione, rilevando la meno avventurosa Clark. Più tardi, Henry M. Flagler, un giovane commerciante di sale recentemente fallito, ha prestato un'altra buona quota da uno zio ricco, Stephen V. Harkness, è entrato a far parte dell'azienda, ora ribattezzata Rockefeller, Andrews e Flagler. (Naturalmente Flagler sarebbe diventato un magnate delle ferrovie e avrebbe aiutato a sviluppare la costa orientale della Florida (a volte è conosciuto come il padre di Miami,mentre il nome Harkness sopravvive al Columbia Presbyterian Hospital, dove suo figlio, Edward S. Harkness, un attivo filantropo, ha dotato diversi edifici medici.)

A causa della probità di Rockefeller, della sua rigorosa tenuta dei registri e del raro ascetismo astemio, i banchieri locali erano inclini a prestargli denaro. Mentre i suoi interessi di raffineria e le relazioni bancarie fiorivano, Rockefeller, Andrews e Flagler crebbero a un ritmo furioso e, il 10 gennaio 1870, la società fu sciolta. Al suo posto fu costituita una società per azioni, la Standard Oil Company (Ohio) — John D. Rockefeller, presidente, suo fratello, William Rockefeller, vicepresidente e Henry Morrison Flagler, segretario e tesoriere.

A quel tempo, Standard controllava già un invidiabile 10% del nascente commercio americano di raffinazione del petrolio, oltre a magazzini e depositi di spedizione, e si era persino impegnato a fabbricare i propri barili e carri cisterna. Ma il primo ordine del giorno per la ferocemente competitiva Rockefeller era di mettere fuori gioco altre raffinerie di Cleveland.

Standard scelse come suo veicolo ad alta velocità per il cambiamento la South Improvement Company (SIC). Sebbene possa essere stato il frutto dell'ingegno del potente potente della Pennsylvania Railroad Tom Scott, fu sfruttato più efficacemente di tutti dai Rockefeller e Flagler, che portarono inaspettati spietatezza per l'impresa. Un'alleanza tra le ferrovie Pennsylvania, New York Central ed Erie, le ferrovie più potenti del paese petrolifero, e un paio di raffinerie, in particolare la Standard Oil, la SIC avrebbe operato in base a uno statuto speciale creato dalla suggestionabile legislatura della Pennsylvania, che aveva da tempo dimostrato la sua piacevole disponibilità a eseguire gli ordini di Scott.

In pratica, la Società avrebbe aumentato drasticamente le tariffe di spedizione su tutta la linea, ma concedendo sconti ancora maggiori alle raffinerie SIC, ha sfacciatamente inclinato il campo di gioco, arrivando al punto di pagare a Standard un bonus sulle spedizioni di altre raffinerie a Cleveland (i costi dei quali sono stati naturalmente trasferiti alle raffinerie concorrenti.) Le ferrovie sono state garantite da Standard un grande e costante business, mentre l'effetto, per quegli spedizionieri che non erano membri del SIC, è stato un raddoppio dei noli durante la notte. Il libro di John T Flynn del 1941 Men of Wealth lo definì "uno strumento di crudeltà competitiva senza pari nell'industria".

La conseguente protesta delle raffinerie concorrenti costrinse rapidamente il vile legislatore della Pennsylvania a strappare lo statuto della SIC. Ma sebbene il suo regno ammontasse a meno di 6 settimane all'inizio del 1872, la minaccia che la truffa del SIC sembrava rappresentare, prima che il rumore e il grido diventassero troppo clamorosi, consentirono a Rockefeller di acquisire 22 dei suoi 26 concorrenti di Cleveland in poco più di un mese, di cui sei in un periodo di 48 ore. A livello locale, lo chiamavano il massacro di Cleveland.

Come ha affermato il raffinatore di area John H. Alexander nel lavoro fondamentale di Ida Tarbell The History of the Standard Oil Company , "C'è stata una pressione esercitata sulla mia mente, e su quasi tutti i cittadini di Cleveland impegnati nel business del petrolio, in modo che a meno che non siamo entrati nella South Improvement Company siamo stati praticamente uccisi come raffinatori; che se non ci fossimo svenduti saremmo stati annientati…. Si diceva che avessero un contratto con le ferrovie in base al quale potevano buttarci a terra se volevano.

Le casse gonfie hanno solo alimentato l'appetito di espansione di Rockefeller, Standard si è poi mossa per acquisire interessi nelle principali raffinerie di New York, compresi i maggiori esportatori stranieri della città, consolidando al contempo il suo monopolio sulla raffinazione di Cleveland. Nel 1874, Standard attirò grandi concorrenti di Pittsburgh e Filadelfia a unirsi alla sua orbita e, nel giro di due anni, di 22 raffinerie a Pittsburgh, solo una rimase indipendente. Man mano che il suo dominio sull'offerta diventava sempre più sicuro, cresceva la capacità di Standard di dettare i prezzi che i rivenditori potevano applicare, così come la sua capacità di richiedere che i rivenditori immagazzinassero esclusivamente i suoi prodotti e che i produttori non vendessero greggio alle raffinerie indipendenti rimaste. Standard eccelleva in questo tipo di negoziazione a braccio forte.

Ogni mossa spietata era un passo ponderato nella ricerca da parte dello Standard di un nuovo tipo di potenza industriale. Usando ogni trucco anticoncorrenziale in un libro che stava aiutando a scrivere, Rockefeller & Co. si adoperarono metodicamente per raggiungere ciò che una volta si pensava impossibile: un mercato stabile e prevedibile in un prodotto estremamente popolare, il tipo di mercato che storicamente si prestava a eccessi, siccità, oscillazioni selvagge dei prezzi e inaspettati rovesci di fortuna. Ciò che Rockefeller amava definire "il nostro piano", come notato nella storia del 1959 di Harold F. Williamson e Arnold R. Daum The American Petroleum Industry, non era altro che uno sforzo sistematico per dominare completamente l'industria della raffinazione del petrolio, uno sforzo titanico per portare regolarità e ordine in luoghi dove non ce n'erano, per assicurare mega-profitti costanti da quella che era un'impresa tanto volatile quanto l'uomo aveva mai conosciuto. In nome del successo, Standard tentava e spesso riusciva a farla franca con misfatti che nessun singolo essere umano poteva immaginare, tanto meno coscienza o commettere da solo senza un serio carcere da seguire. In tal modo, sarebbe diventato il bisnonno della moderna società.

Mentre Ron Chernow e altri illustri storici hanno documentato le acrobazie sorprendentemente corrotte e illegali che Rockefeller e i suoi compari avrebbero tentato per perseguire i loro fini - ad esempio la corruzione all'ingrosso di funzionari locali, statali e federali - molti di loro hanno concluso che Standard e il suo fondatore non dovrebbe essere giudicato troppo severamente, poiché hanno offerto ai concorrenti un equo avvertimento delle loro intenzioni e condizioni eque per le loro proprietà prima di trasferirsi per seppellirle; che molti che avrebbero accettato le offerte del gigante sarebbero diventati ricchi come parte della famiglia Standard, con alcuni, come Charles Pratt e Henry H. Rogers di Brooklyn, che sarebbero addirittura saliti a posizioni di grande autorità all'interno dell'organizzazione. Vero o no,il nocciolo della questione - che tali raffinatori non avevano davvero altra scelta che accettare i termini dello Standard o rischiare di perdere tutto - non era certo roba da raccomandare un personaggio brillante.

Gli standard erano bulli e avidi, per di più. Come ha osservato l'autore di un sondaggio sulla giovane industria, catalogato in The American Petroleum Industry di Williamson e Daum, "Ogni aumento della capacità di raffinazione ha ulteriormente rafforzato la posizione contrattuale dell'azienda nel mantenere o aumentare le concessioni speciali delle compagnie di trasporto". Pertanto, ogni conquista fornirebbe una leva aggiuntiva con cui esercitare pressioni sulle imprese rimanenti affinché vendano o facciano fronte alla distruzione certa dei loro mezzi di sussistenza. Con lo svolgersi degli anni 1870, la Standard poté impiegare il suo crescente dominio di linee di raccolta, carri armati e strutture terminali, nonché la sua posizione contrattuale superiore con le ferrovie per fare pressione sui concorrenti indipendenti affinché si svendessero.

A differenza di molti dei suoi contemporanei dell'era industriale, Rockefeller non era un dirigente tecnicamente esperto, come osserva John K. Winkler nel suo lavoro del 1929 John D.: A Portrait in Oils. "Un giovane che vuole avere successo negli affari non ha bisogno di chimica o fisica", ha detto una volta. "Può sempre assumere scienziati". Piuttosto, si limitò alle finanze, al personale e all'amministrazione, oltre che alla politica generale.

Ma qual era quella politica, in generale? Nozioni contraddittorie della fondamentale decenza e correttezza di Rockefeller erano l'ingannevole convenzione di Standard di operare attraverso società di facciata e individui le cui associazioni con il gigante emergente erano nascoste, negate o non rivelate. Ove possibile, Standard acquistava e gestiva in segreto, rivelando sempre il meno possibile sul suo coinvolgimento e sulle sue intenzioni. Commerciando di nascosto, aveva, ad esempio, acquisito la più grande raffineria di Filadelfia, più della metà della capacità di raffinazione di Pittsburgh e la più nota delle aziende indipendenti di New York. Attraverso l'uso intelligente di gruppi commerciali, come le associazioni di raffinerie, nonché la manipolazione delle ferrovie e dei pool di oleodotti, (inutile dire che possedeva i più grandi oleodotti,), era essenzialmente in grado di congelare a piacimento i concorrenti più piccoli.

Lo standard ha lasciato dietro di sé un sacco di brutte sensazioni, ma la vera prova del suo potere di mercato illecito era nel budino. Nel 1878, proprio quando il pubblico stava iniziando a recuperare ciò che aveva accumulato, Standard possedeva o affittava oltre il 90% degli investimenti totali nella raffinazione negli Stati Uniti, come notato da Williamson e Daum, e nel 1881 la produzione superava i 100.000 barili al giorno. . I prezzi del cherosene sono diminuiti, soddisfacendo i consumatori (e quindi ampliando la domanda), ma non così soddisfatti come avrebbero potuto essere; Standard, ora era anche chiaro, non era al di sopra della vendita di un prodotto scadente.

Quando è stato accusato dalle case di esportazione di vendere un olio illuminante a cherosene poco raffinato e generalmente scadente, uno che fumava pesantemente nelle lampade e si spegneva facilmente, i funzionari della Standard hanno detto loro stizziti di consigliare ai clienti di usare stoppini migliori. Quando la West of England Petroleum Association ha censurato la compagnia per "inescusabile negligenza" nella vendita del suo cherosene, Standard ha inviato un emissario per protestare e ha chiesto nuovamente l'uso di stoppini migliori. Interrogati più da vicino, avrebbero insistito sul fatto che la fonte e la composizione del petrolio che stavano usando, dai giacimenti ad alto contenuto di zolfo di Bradford in Pennsylvania, rendevano ogni altra cosa impossibile. Ma volevano dire meno redditizio. Esisteva una correzione della raffineria. Sfortunatamente per i clienti di Standard, il processo avrebbe ridotto la resa di Standard e non è stato adottato.

"L'unico problema", ha spiegato il giornale commerciale piacevolmente franco, l' Oil, Paint & Drug Reporter , "è che da una data quantità di Bradford [Pennsylvania] Oil il prodotto raffinato di uguale qualità deve essere inferiore rispetto agli oli del vecchio campi. Quei...raffinatori che riconoscono questa differenza...non hanno problemi a produrre un olio bollente che soddisfi le esigenze del commercio sia estero che interno...[I]per evitare perdite dai prezzi irragionevolmente bassi che hanno insistito per mantenere allo scopo di paralizzare i raffinatori "esterni", [Rockefeller e i suoi associati] hanno lavorato gli oli di Bradford meno di quanto fosse coerente con una buona qualità di raffinato. Il risultato è stato un olio gommoso a combustione lenta”.

Ironia della sorte, forse a causa del cherosene ad alto contenuto di zolfo, la stessa moglie di Rockefeller fu gravemente ferita nell'esplosione di una lampada nel novembre 1888, bruciandosi gravemente il viso e le mani. Sebbene all'epoca si dicesse che fosse una lampada del tipo che brucia l'alcool, a quel tempo erano meno ampiamente in uso e, in ogni caso, raramente si sapeva che esplodevano come questa. Tuttavia, particolarmente inclini a tali incidenti erano le lampade che utilizzavano cherosene impuro e ad alto contenuto di zolfo.

Questa non sarebbe l'ultima volta che Standard sceglieva un prodotto meno salutare piuttosto che spendere capitale per migliorare le sue pratiche di raffineria e, come vedremo, non sarebbe né la prima né l'ultima volta che denigrava ingiustamente i combustibili alcolici. Proprio come avrebbe funzionato per abbattere i suoi concorrenti nel commercio del petrolio, Standard era pronta a fare tutto il necessario per mantenere i carburanti e gli additivi per benzina concorrenti - come l'etanolo a base di cereali - fuori dalla vista e sotto assedio, incluse le chiacchiere casuali.

L'azienda non era solo forte, ma anche, cosa più importante, la domanda di petrolio stava esplodendo. Il 30 aprile 1873, il Titusville Morning Herald, che aveva tenuto un posto in prima fila per gran parte del boom, ha affermato che "La produzione di petrolio è diventata di una tale importanza commerciale e sociale per il mondo che se dovesse cessare improvvisamente non altra sostanza conosciuta potrebbe sostituirlo, e un tale evento non potrebbe essere considerato in altra luce che di una calamità diffusa”.

È stata una fortuna di Standard avere la maggior parte di questo mercato per sé. Sebbene l'atrocità delle sue pratiche commerciali possa essere stata chiara ai suoi concorrenti, ha presentato un'immagine attraente di se stessa quando è entrata in contatto con i consumatori, in tutto il mondo. Come ha scritto lo storico Allan Nevins:

Contrariamente all'ipotesi di Nevins, la qualità non è sempre stata il biglietto da visita di Standard. Al contrario, dal punto di vista odierno, possiamo vedere che i maggiori progressi nell'estrazione, perforazione, raffinazione e distillazione del petrolio, inclusa l'importante nozione di cracking, sono avvenuti tutti nei primi 10 anni della giovane industria, prima che Standard fosse assemblato , e quei progressi erano ormai indietro di anni. Da questo punto in poi, gli ulteriori studi furono stranamente, quasi innaturalmente, limitati. La manipolazione chimica del petrolio era ostacolata da lacune nelle conoscenze scientifiche dell'epoca, ma anche da una netta mancanza di interesse da parte di Standard nello sviluppo di nuovi processi. Avendo in gran parte estinto la concorrenza, ha avuto scarso impulso per miglioramenti tecnici e di prodotto oltre a quelli che hanno contribuito a massimizzare il proprio profitto.

La crescente posizione di monopolio di Standard le ha permesso di rallentare, rinviare ed evitare del tutto quegli utili, ma potenzialmente costosi, aggiornamenti alle raffinerie che altrimenti sarebbero stati desiderabili. Lo sviluppo tecnologico ora rallenterà a passo d'uomo, anche se allo stesso tempo il colosso petrolifero fa gli straordinari per limitare la possibilità di essere colto alla sprovvista da nuovi sviluppi tecnologici che potrebbero favorire i suoi concorrenti. Per garantire che i nuovi arrivati ​​e gli indipendenti fastidiosi non avrebbero mai causato imbarazzo, Standard ha acquisito sistematicamente tutti i brevetti che potrebbero interessare qualsiasi aspetto di qualsiasi attività commerciale che ha gestito e operare solo per conto proprio.

Entro il 1880, il controllo di Standard sui brevetti e sui processi di base era così ampio che aveva praticamente garantito la sua partecipazione a qualsiasi aspetto del business petrolifero. Il suo zelo per possedere la tecnologia più recente, e quindi essere in grado di decidere, in un secondo momento, cosa fare con essa, sarebbe un aspetto importante del suo comportamento mentre maturava nel rapace, pericoloso (entrambi naturalmente- inquinante e inutilmente superinquinante) diventerebbe. La politica di Rockefeller di assorbire qualsiasi cosa di interesse tecnologico, insieme alla sua feroce dedizione nell'evitare investimenti di capitale in impianti e attrezzature di raffineria, e un'inquietante prontezza a selvaggere l'ambiente, rifletteva un atteggiamento che avrebbe poi lodato il piombo tetraetile - una nuova scoperta fatta al di fuori laboratori — all'attenzione di Standard. Come prodotto,ha reso l'emblema perfetto per il vizio dello Standard attraverso i secoli; una conseguenza del suo interesse storico per la monopolizzazione, per mantenere bassi gli investimenti nelle raffinerie e per il suo totale disprezzo per l'ambiente e la salute pubblica.

All'inizio, la Pennsylvania era l'unica fonte di petrolio conosciuta al mondo. Sembra divertente oggi, ma era il fatto e una questione di non trascurabile importanza. Come ha osservato Ron Chernow in Titan , “Se il petrolio fosse stato trovato in luoghi sparsi dopo la Guerra Civile, è improbabile che persino la Standard Oil avrebbe potuto raccogliere le risorse per controllarlo così accuratamente. Fu il confinamento del petrolio in un angolo desolato della Pennsylvania nordoccidentale che lo rese suscettibile al controllo del monopolio, specialmente con l'emergere di oleodotti. Le condutture unificarono i pozzi della Pennsylvania in un'unica rete e alla fine consentirono alla Standard Oil di avviare o arrestare il flusso di petrolio con la rotazione di un rubinetto. Col tempo, hanno relegato la collaborazione con le ferrovie in una sorta di spettacolo secondario per Rockefeller”.

Le manipolazioni ferroviarie potrebbero essere state uno spettacolo secondario, ma la stretta di Standard sui sistemi di trasporto su cui i produttori di petrolio e le raffinerie concorrenti facevano necessariamente affidamento non è stata facilmente dimenticata, soprattutto perché la compagnia non ha mai allentato la presa e ha continuato a crescere in dimensioni e in termini di azioni indicibili. Prima o poi, nonostante i migliori sforzi della Standard per nascondere e mascherare la sua circonferenza in continua espansione, il pubblico si sarebbe svegliato di soprassalto con questo mostro egoista e sputafuoco di una società che si trovava nel mezzo.

In questo periodo, molti stati hanno iniziato le proprie indagini sul gigante del petrolio. Parlando nel 1879 davanti a una commissione dell'Assemblea dello Stato di New York, istituita da Alonzo Barton Hepburn con l'obiettivo di far luce sulle pratiche ferroviarie sleali ed esporre gli accordi segreti tra le strade e l'industria, un raffinatore indipendente descrisse come i vettori fossero diventati completamente in debito con Standard. I pozzi che scorrevano significavano che aveva petrolio, più di quanto potesse immagazzinare, pronto per la spedizione. Ma la Erie Railroad aveva detto alla raffineria che non aveva materiale rotabile disponibile; le sue auto erano in uso da un'altra società, come è emerso, una sussidiaria della Standard.

Anche il New York Central RR del commodoro Vanderbilt ha supplicato, dicendo che non aveva né petroliere né strutture terminali sufficienti per gestire il suo ordine; Standard li stava usando. Ciò lasciò la Pennsylvania Railroad, che avrebbe felicemente permesso a un indipendente di agganciare le proprie auto alle sue locomotive. Tranne che non gli avrebbe addebitato tariffe neanche lontanamente così basse come godeva Standard, a meno che il corriere non potesse garantire un volume di dimensioni simili, un'impossibilità. (Quando il signor Vanderbilt è stato interrogato dal Comitato di New York, "Non lo so", "Non ricordo" e "Non ricordo", hanno composto 116 delle sue 249 risposte, come ha raccontato The Atlantic nel 1881 . )

Much in tune with a growing national sense of revulsion over the massive new market power being accumulated by the oil giant, Simon Sterne, counsel for the Hepburn Committee, characterized the railroad compacts with Standard “the most shameless perversion of the duties of a common carrier to private ends…in the history of the world.”

The Oil, Paint & Drug Reporter, the industry trade whose heart remained (to this point) stitched to the independents, pronounced: “There never has existed in the United States a corporation as soulless, so grasping, so utterly destitute of the sense of commercial responsibility and so damaging to the commercial prosperity as is the Standard Oil Company.”

E questo era solo il loro rapporto con le ferrovie. Come notato, Standard ha dominato gli oleodotti, così come i legislatori che li hanno autorizzati. Cospirando con la Tidewater Pipe Line Company, il costruttore del principale oleodotto della Pennsylvania e un concorrente di una volta messo in ginocchio con l'aiuto del legislatore della Pennsylvania compiacente, Standard finì per controllare l'88,5% del business degli oleodotti dello stato, come raccontato da Williamson e Daum.

Mentre il suo zelo per migliorare il suo prodotto era trascurabile e per ridurre al minimo il suo impatto ambientale negativo inesistente, l'entusiasmo di Standard per le spedizioni di petrolio alla rinfusa ha accelerato la diffusione del carro cisterna, la posa e il funzionamento dei più grandi oleodotti che il mondo avesse visto, e , in poco tempo, una nuova era di petroliere oceaniche.

A metà degli anni 1880, il 70% del petrolio americano veniva inviato all'estero, rendendo il petrolio la quarta più grande esportazione d'America. I sogni di Standard erano però più grandi, come notano Williamson e Daum. Rockefeller disse a un associato dell'epoca: “Abbiamo la capacità di fare tutto il commercio interno così come l'esportazione, e spero che possiamo escogitare modi e mezzi per realizzarlo in seguito; in ogni caso dobbiamo continuare a lottare per questo”.

Ancora non soddisfatto del suo ampio lotto o dei suoi ambiziosi piani esistenti per la crescita all'estero, all'inizio degli anni 1880 Standard si era convinto che avrebbe potuto fare più soldi e possibilmente monopolizzare il mercato mondiale, non solo raffinando il petrolio - come aveva definito per decenni il suo breve, anche se profondo ed estremamente redditizio, ma anche producendolo. Così ha deciso di acquistare produttori. Aderendo alle sue tradizioni di dubbia legalità e moralità facoltativa, non poteva fare a meno di impiegare il suo familiare mélange di società di facciata e società fittizie, pressione sui prezzi e muscoli dei trasporti per costringere le aziende più piccole a chiudere gli affari mentre invadeva i giacimenti petroliferi appena scoperti dell'Ohio e dell'Indiana .

Perché ormai era diventato chiaro che il petrolio permeava la crosta terrestre ed era solo una coincidenza casuale che Titusville fosse il primo luogo da cui veniva estratto con forza. Il petrolio era stato trovato in Russia, con gli interessi dei Rothschild e del Nobel che rivendicavano importanti pretese, e ai cercatori di petrolio olandesi a Sumatra sarebbe stato concesso uno statuto reale per riempirsi le tasche in Estremo Oriente, prendendo in seguito il nome di Royal Dutch Shell, quando la ditta da loro 'd fondato, Royal Dutch, si è fusa con Shell Transport and Trading, il veicolo dell'astuto londinese Marcus Samuel, nel 1897.

Rockefeller - la cui fiorente ricchezza ha portato a crescenti accuse di essere ebreo - è stato spostato verso le sue esplosioni antisemite quando discuteva di Marcus, dei suoi metodi (che includevano l'uso delle prime petroliere alla rinfusa del mondo e il primo passaggio attraverso il Canale di Suez , entrambi tentati in segreto per evitare attività preventive da parte di Standard) e l'affronto che rappresentavano ai piani della più grande compagnia petrolifera del mondo per il dominio globale. Il monopolio del commercio mondiale del petrolio era diventato più difficile.

Nel maggio del 1885, i campi abbondanti a Lima, Ohio, furono sfruttati da Standard con la scoperta di profonde riserve nell'Indiana subito dopo. Tuttavia, il greggio che veniva estratto si rivelò rapidamente "acido", cioè conteneva un contenuto deprimente alto del contaminante naturale, lo zolfo. Tale "petrolio di puzzola" probabilmente offrirebbe scarsi rendimenti e prodotti inferiori dopo la raffinazione ordinaria, e certamente si venderebbe a prezzi più bassi come greggio. Ma Standard riuscì comunque a conquistare il mercato, acquistando i campi locali e accumulando quaranta milioni di barili in serbatoi appositamente costruiti, scommettendo che si sarebbe trovato un modo per liberare il greggio dallo zolfo in eccesso in modo da consentirne la vendita redditizia. Si è presentata un'opportunità per l'innovazione tecnica e le vaste risorse di Standard si sono dimostrate all'altezza della sfida.

Mentre si metteva a lavorare sui modi per ripulire l'acido greggio di Lima, Standard era impegnato a convincere le ferrovie a far funzionare le loro locomotive con olio combustibile, invece che con legno o carbone. Mandò anche eserciti di venditori in giro per persuadere altri utenti di grandi forni a carbone, come alberghi, fabbriche e altre istituzioni importanti, a passare al petrolio. In molti casi, gli oli combustibili più solforati o comunque meno estratti dalle frazioni pesanti potrebbero essere spacciati per adeguati al compito, nonostante la loro tendenza a fumare pesantemente e bruciare in modo non uniforme.

Rapporti contemporanei commentano la notevole onnipresenza di agenti e venditori Standard in tutto il paese, che ha funzionato bene per Rockefeller perché la sua scommessa sui campi di Lima è stata grande. Aveva seguito il suo stesso consiglio e "assunto gli scienziati", in particolare un certo Herman Frasch, un chimico consulente dalla Germania che in seguito avrebbe ideato un metodo praticabile per estrarre lo zolfo dalla terra, (e i cui modi presumibilmente selvaggi gli sono valsi il soprannome geograficamente inadatto l'olandese selvaggio.) Frasch fu accusato di elaborare un processo praticabile per rimuovere lo zolfo dal petrolio e, nel 1888, ci riuscì, consentendo alla Standard di trarre grandi profitti dal suo investimento rischioso, con più da guadagnare a breve con le scoperte di grezzo in Texas, Kansas e California.

(Anche se Herman Frash potrebbe essere stato il primo chimico interno del settore, tali uomini di scienza si sarebbero diffusi nell'industria. Nel corso dei prossimi decenni, quasi tutte le raffinerie ne avrebbero avuto uno e la stessa Standard aveva persino costruito un laboratorio di ricerca su l'ultimo piano della sua sede di New York City al 26 Broadway, come spiega Chernow. Ciò non significava che le raffinerie non fossero economiche, tuttavia, poiché la pratica della raffineria continuava a seguire spietatamente la linea di fondo, a suo rischio. , così come il pubblico in generale.)

La produzione di petrolio in Ohio avrebbe presto superato quella della Pennsylvania, uno sviluppo che non avrebbe impedito a Standard di utilizzare le sue enormi riserve di liquidità per acquisire diritti di trivellazione per intere contee della Pennsylvania. Come The World osserverebbe il 6 giugno 1890, “Finora l'attenzione del grande polpo è stata in gran parte diretta a schiacciare ogni opposizione nella raffinazione del petrolio. Quest'ultimo accordo mostra che ha iniziato a schiacciare i produttori di petrolio greggio e ad ottenere il controllo delle loro proprietà".

Nel 1891, la Standard Oil di Rockefeller controllava quasi tutti i giacimenti di Lima e nel 1898 controllava il 33% di tutta la produzione petrolifera americana, i suoi unici principali concorrenti erano la Sun Oil Co, fondata nel 1886 da JN Pew, e la Pure Oil Company, un consorzio di 30 produttori indipendenti fondati nel 1895. Nel 1886 Standard era entrata anche nel business del gas naturale.

L'originale Standard Oil Trust Agreement è stato redatto nel 1882, consolidando le numerose e lontane imprese dei partner Rockefeller e fornendo le basi per la formazione delle Standard Oil Company di New York e New Jersey, costituite più tardi nello stesso anno. La legge americana sulle corporazioni era in continuo mutamento (come sarebbe stato per l'ultima parte del XIX secolo) e la Standard stava sempre sfruttando al massimo l'opportunità di organizzare i propri affari in modo più congeniale per i suoi pochi proprietari.

L'anno successivo, Standard avrebbe iniziato ad acquistare terreni a Lower Manhattan in previsione di trasferire la sua sede da Cleveland. Il trasferimento a New York potrebbe aver rispecchiato la mutevole geografia delle sue partecipazioni, la portata sempre più internazionale della sua attività, il desiderio di maggiore pompa o un'espressione più grafica del suo arrivo come uno dei principali attori sulla scena finanziaria mondiale, o una combinazione di questi . In ogni caso, i nuovi uffici aziendali della compagnia sarebbero stati aperti il ​​1 maggio 1885, dopo la costruzione di un'imponente struttura rinascimentale di nove piani al 26 Broadway, un luogo che sarebbe poi diventato una delle sale più sacre del annali del capitalismo moderno. Il tono all'interno sarebbe stato ovattato e l'atmosfera grigia come il granito di cui era rivestito il nuovo edificio. L'arredamento era opulento ma sobrio,con la sicurezza stretta mentre i massimi dirigenti pranzavano ogni giorno al nono piano.

L'impero della Standard Oil si era formato in grande segretezza negli anni 1870, ma non ci volle un'eternità perché il pubblico riuscisse a scandagliare i contorni a bulbo di questo nuovo monopolio, i cui metodi non solo imitavano, ma si espandevano anche sull'inganno finanziario e sulla stregoneria del mercato azionario i baroni della ferrovia — dai quali la cittadinanza si sentiva già violata. Con notevole fastidio del nuovo trust petrolifero, quando ha tentato di godersi tranquillamente i frutti dell'amato “piano” dei suoi animatori nei decenni successivi alla presa del potere iniziale, ha incontrato un'aperta ostilità pubblica.

Dopo un equo livido retorico davanti al comitato Hepburn a New York nel 1879, venne un ritratto memorabile e poco lusinghiero dipinto nell'Atlantic Monthly dal polemista progressista e pioniere della spazzatura Henry Demarest Lloyd nel 1881. Riunendo per la prima volta grandi pezzi della brutta verità, "The Story of a Great Monopoly" ha avuto ben sette edizioni e il London Railway News ha provveduto a far circolare ristampe gratuite per gli investitori inglesi. "L'America", scrisse Lloyd , "ha l'orgogliosa soddisfazione di aver fornito al mondo il monopolio più grande, più saggio e più meschino che la storia abbia mai conosciuto".

Al vetriolo, a parte l'esagerazione e l'errore occasionale, la conclusione prescrittiva di Lloyd – che la regolamentazione federale delle ferrovie era necessaria per frenare monopoli come Standard – risuonava, come non era successo in passato. Da parte sua, lo Standard, sempre reticente, sarebbe apparso volontariamente davanti a un altro comitato dello stato di New York nel 1882, sebbene continuasse a rimanere muto sulle questioni dei suoi profitti, proprietà, autorità operativa e altri argomenti che giustamente interessavano gli investigatori. Si sarebbe anche spesso dissimulato, ostacolando gli sforzi dei loro inquisitori per ottenere un controllo su questa cosa chiamata Standard Oil.

Paul Babcock, presidente di Jersey Standard, scrisse a Rockefeller, spiegando la strategia dell'azienda poco prima di essere chiamato a comparire davanti a un comitato investigativo del Congresso, sempre nel 1882, come RW e ME Hidynote nel loro lavoro del 1955 Pioneering in Big Business: History of Standard Oil Company . "Penso che questa febbre anti-trust sia una mania che dovremmo affrontare in modo molto dignitoso e parare ogni domanda con risposte che, sebbene vere, sfuggono ai fatti di fondo".

Ma il pubblico non è stato conquistato da questa strategia di evasione e menzogne ​​sfacciate e, a questo punto, si sapeva abbastanza dei modi nefasti della Standard perché alcune strategie legislative diventassero chiare.

“In un certo senso”, ha osservato Chernow, “John D. Rockefeller ha semplificato la vita agli autori della legislazione antitrust. La sua carriera inizia agli albori del boom industriale, quando l'economia era ancora cruda e non regolamentata. Poiché le regole del gioco non erano ancora state codificate in legge, Rockefeller ei suoi colleghi industriali le avevano forgiate nel vivo del combattimento. Con la sua consueta meticolosità, Rockefeller aveva ideato uno stock enciclopedico di armi anticoncorrenziali. Dal momento che aveva escogitato tutti i modi possibili per limitare il commercio, i mercati di perforazione e sopprimere la concorrenza, tutto ciò che i legislatori riformisti dovevano fare era studiare la sua carriera per elaborare un'agenda antitrust completa".

Eppure non è chiaro se i legislatori abbiano mai veramente fatto i conti con il potere di Standard.

Le tariffe ferroviarie collusive sono state il primo degli schemi di Standard a ricevere un'attenzione correttiva. Nel 1887, in gran parte a causa della condotta di Standard, ma anche di quella dei potenti trust di carne bovina, zucchero e olio di semi di cotone, il Congresso approvò l'Interstate Commerce Act, vietando i pool ferroviari e gli sconti e istituendo la prima commissione di regolamentazione americana. La preoccupazione per i comportamenti aziendali anticoncorrenziali era così prevalente che sette stati hanno anche emanato disposizioni statutarie e costituzionali contro le restrizioni al commercio tra il 1887 e il 1890, unendosi ai sette che lo avevano già fatto, con altri 20 da seguire entro la fine del XX secolo, come notato in A History of American Law dello storico del diritto Lawrence Friedman .

Ufficialmente, Standard ha promesso di obbedire alle nuove leggi, ma ha a malapena finto, violandole in modo flagrante, insieme a molte delle leggi antitrust statali emanate in questo periodo. E molti hanno ragionevolmente dubitato della profondità e dell'universalità dell'interesse del governo nel combattere i trust. Le leggi stesse erano inefficaci. Come ha riassunto lo storico Stephen Skowronek , l'Interstate Commerce Act era un misero compromesso legislativo, "un patto in cui nessun interesse predominava tranne l'interesse dei legislatori a liberarsi finalmente del conflitto... le corti…."

Friedman ha osservato più in generale: “Il diritto di pubblica utilità in generale ha questa natura: la regolamentazione in cambio di un mercato protetto. … Le imprese [alla fine del XIX secolo] in realtà accolsero con favore il controllo statale, purché il controllo non fosse ostile, proteggesse le loro piccole cittadelle di privilegi e garantisse loro un ritorno sul loro investimento”. Fu questo crescente riconoscimento da parte degli affari che fece gonfiare i libri di legge, secondo l'espressione di Friedman, in questo periodo "come palloncini, nonostante tutto il rumore e la furia per l'individualismo, il libero mercato, le glorie dell'impresa, Horatio Alger e simili. , da pulpito, torchio e panca. Ogni gruppo voleva, e spesso otteneva, la propria eccezione alle presunte ferree leggi del commercio. “

Nel 1890, con lo Standard ancora molto presente nell'opinione pubblica, fu approvato lo Sherman Antitrust Act. Pretendendo di bandire i trust e le associazioni che limitano il commercio, è stato chiamato dopo il suo sponsor, il senatore dell'Ohio John Sherman, il fratello del famoso generale della guerra civile per l'Unione, William Tecumseh Sherman.

Sembrava feroce: "Ogni contratto, combinazione sotto forma di fiducia o altro, o cospirazione, restrittiva del commercio o del commercio tra i diversi Stati, o con nazioni straniere, è dichiarato illegale". Ma era probabilmente un atto legislativo ancora più scadente dell'Interstate Commerce Act, almeno dal punto di vista di coloro che volevano tenere a freno il potere dei trust e dei loro azionisti di maggioranza.

Il suo linguaggio, allo stesso tempo conciso e irrimediabilmente vago, ha mostrato la totale riluttanza dei legislatori a trattare la questione in questione, contrassegnandola come un tentativo, secondo la stima dello storico del diritto Friedman, di "delega da parte del Congresso ad agenzie inferiori, o all'esecutivo e le corti; passa i problemi a quegli altri”. Suona familiare, no?

Nel caso, la Corte Suprema, in un primo momento, non era disposta a leggere molto nella legge. Come pianse il dissenso del giudice John Marshall Harlan nel caso del 1895 United States v. EC Knight Co. , che vide la maggioranza rifiutare di applicare la legge al trust dello zucchero su quelle che equivalevano a motivi tecnici, queste grandi forze d'ora in poi, sarebbero state "governate interamente dalla legge dell'avidità e dell'egoismo'”. I casi successivi offrivano più speranza, ma la Standard Oil non sarebbe stata costretta a perdere un colpo per un po' di tempo a venire. In definitiva, si potrebbe sostenere con genuina convinzione (soprattutto quando si pensa al suo successore, ExxonMobil , ancora una delle aziende più redditizie - e inquinanti - del mondo più di 125 anni dopo) che non lo è mai stato davvero.

Suggested posts

Ecco perché un'auto più costosa potrebbe essere più economica da noleggiare

Ecco perché un'auto più costosa potrebbe essere più economica da noleggiare

Il leasing non è per tutti, ma se funziona per te, sappi che acquistare un leasing non è semplice come acquistare un'auto con un prestito. Potresti essere nel mercato per un'auto ed essere sorpreso di apprendere che puoi noleggiarne una più costosa a un prezzo inferiore.

Ho una bici pensata così noiosa che sono costretto a condividerla con te

Ho una bici pensata così noiosa che sono costretto a condividerla con te

Ogni giorno mi sveglio e penso ai miei pensieri in bicicletta. Penso ai colori del rivestimento del manubrio.

Related posts

Le tue meravigliose storie su come le auto hanno salvato le tue relazioni

Le tue meravigliose storie su come le auto hanno salvato le tue relazioni

Photo credit Fiat È un po' buffo come pezzi di metallo senza vita possano diventare una parte così grande delle nostre vite. Forse è perché trascorriamo così tanto tempo intorno alle auto, non possiamo fare a meno di integrarci con loro.

Quale caratteristica di sicurezza non hanno ancora pensato gli ingegneri automobilistici?

Quale caratteristica di sicurezza non hanno ancora pensato gli ingegneri automobilistici?

Anche se probabilmente (si spera) non te lo ricordi troppo spesso, le caratteristiche di sicurezza nelle auto di oggi sono incredibilmente importanti e molto spesso non apprezzate. Ma sono così poco apprezzati che non sappiamo cosa ci stiamo perdendo? Proprio questa mattina il mio collega David Tracy ed io stavamo parlando di come ha finalmente fatto funzionare di nuovo la sua Jeep J10, ma di come i livelli di monossido di carbonio lo abbiano quasi ucciso a causa di un'inevitabile perdita di scarico.

A $ 30.900, questa BMW Z4 M Coupé del 2006 con chilometraggio modesto è un affare meraviglioso?

A $ 30.900, questa BMW Z4 M Coupé del 2006 con chilometraggio modesto è un affare meraviglioso?

Quando si cercano auto sportive tedesche di una certa età, la maggior parte delle persone va direttamente a Stoccarda. È un peccato perché auto come la Nice Price di oggi o la No Dice Z4 M Coupé possono dare ai suoi concorrenti Porsche contemporanei una corsa per i loro soldi.

Per $ 7.500, questa Porsche 928 del 1979 è un rinnegato

Per $ 7.500, questa Porsche 928 del 1979 è un rinnegato

Tom Petty dice che non devi viverlo come un rifugiato, ma poi probabilmente non ha mai visto Nice Price o Crack Pipe 928 di oggi, in cui si è rifugiato un SBC. Questo e il suo prezzo ti faranno dire, ragazza mia? Dicono che vivere bene sia la migliore vendetta.

MORE COOL STUFF

'Stargirl': [Spoiler] lascia la JSA nell'episodio 7

'Stargirl': [Spoiler] lascia la JSA nell'episodio 7

L'episodio 7 della stagione 2 di Stargirl, "Summer School: Chapter Seven", è andato in onda martedì e un personaggio ha preso l'enorme decisione di lasciare la JSA.

"Trisha's Southern Kitchen": il pollo "non fritto" di Trisha Yearwood "è così buono"

"Trisha's Southern Kitchen": il pollo "non fritto" di Trisha Yearwood "è così buono"

La ricetta del pollo non fritto della star di "Trisha's Southern Kitchen" di Trisha Yearwood è "così buona" e può sostituire la tradizionale versione unta.

I fan di '90 Day Fiancé' si sono preoccupati per la sicurezza di Alina dopo aver visto la prima notte con Steven

I fan di '90 Day Fiancé' si sono preoccupati per la sicurezza di Alina dopo aver visto la prima notte con Steven

I fan di '90 Day Fiancé: The Other Way' sono preoccupati per la sicurezza di Alina dopo aver visto la sua prima notte con il suo fidanzato Steven in Turchia.

"Ballando con le stelle": Cheryl Burke "fortunata" e "grata" per il supporto di Cody Rigsby in Sobriety Journey

"Ballando con le stelle": Cheryl Burke "fortunata" e "grata" per il supporto di Cody Rigsby in Sobriety Journey

La professionista di "Ballando con le stelle" Cheryl Burke si dice "fortunata" e "grata" per l'amicizia e il sostegno del partner famoso Cody Rigsby.

Perché non puoi pompare il tuo gas nel New Jersey?

Perché non puoi pompare il tuo gas nel New Jersey?

Il Garden State è l'unico stato negli Stati Uniti in cui è illegale pompare il proprio gas. Cosa dà?

Le tue possibilità di colpire un cervo in autunno

Le tue possibilità di colpire un cervo in autunno

E comunque, guidare al tramonto e durante la luna piena non ti fa alcun favore.

Il tuo ospedale sta deviando le ambulanze a causa del COVID-19?

Il tuo ospedale sta deviando le ambulanze a causa del COVID-19?

Nell'ultima ondata di COVID-19, molti ospedali in tutto il paese sono in diversione, il che significa che stanno chiedendo alle ambulanze di portare i pazienti altrove. Ecco come potrebbe influire su di te.

Cosa fa il parlamentare al Senato?

Cosa fa il parlamentare al Senato?

L'ufficio del parlamentare del Senato fornisce l'accesso a competenze legislative apartitiche e riservate per aiutare a sviluppare nuova legislazione e la comprensione delle regole che governano il Senato.

Il legislatore della Florida presenta una legge sull'aborto "estrema" quasi identica alla legge controversa del Texas

Il legislatore della Florida presenta una legge sull'aborto "estrema" quasi identica alla legge controversa del Texas

Il disegno di legge riscrive le leggi dello stato e consente ai privati ​​cittadini di citare in giudizio chiunque faciliti l'aborto dopo sei settimane, proprio come la legge del Texas entrata in vigore questo mese

Il famoso vestito per l'inaugurazione di Bernie Sanders ottiene il suo costume di Halloween "sexy"

Il famoso vestito per l'inaugurazione di Bernie Sanders ottiene il suo costume di Halloween "sexy"

I guanti virali, la giacca e la maschera per il viso di Bernie Sanders hanno ispirato un costume di Halloween che viene fornito completo anche di una maschera per il viso

Studente del Kentucky di 16 anni ucciso durante una sparatoria alla fermata dell'autobus, altri 2 feriti

Studente del Kentucky di 16 anni ucciso durante una sparatoria alla fermata dell'autobus, altri 2 feriti

Il sindaco di Louisville Greg Fischer ha detto che la sparatoria segna il 145° omicidio della città quest'anno

"Freddo" e "calcolo": lo psichiatra forense analizza il comportamento di Brian Laundrie in un video della polizia

"Freddo" e "calcolo": lo psichiatra forense analizza il comportamento di Brian Laundrie in un video della polizia

Brian Laundrie è considerato una persona interessata all'omicidio di Gabby Petito

Reagisci alla gestione dello stato con Easy Peasy

Una guida per principianti a Easy Peasy

Reagisci alla gestione dello stato con Easy Peasy

Prima di scrivere del codice, discutiamo innanzitutto del motivo per cui è necessario l'utilizzo della gestione dello stato. Importanza della gestione dello stato Per dirla in parole semplici, gli sviluppatori devono utilizzare un sistema di gestione dello stato per risolvere il problema della perforazione dell'elica di React.

Metodo semplice per visualizzare frammenti di codice in HTML — Angular

Metodo semplice per visualizzare frammenti di codice in HTML — Angular

Ci sono alcuni pacchetti che aiutano a visualizzare frammenti di codice in Html per progetti Angular. Se non ti piace usarli, ecco un metodo semplice che puoi usare.

Richiesta espressa e risposta digitate con TypeScript

Richiesta espressa e risposta digitate con TypeScript

Scrivere codice con TypeScript è fantastico, ma ci sono alcuni punti nel codice in cui è davvero difficile far brillare TypeScript. Uno di questi è quando si definiscono i percorsi in Express.

Controllo a terra per i principali Tom — Chiamate HTTP in RxJS

Controllo a terra per i principali Tom — Chiamate HTTP in RxJS

Le app moderne fanno un sacco di richieste HTTP, molto spesso simultanee. RxJS riguarda la gestione dei flussi, la reazione ai valori, l'esecuzione di azioni asincrone, quindi sembra essere un ottimo strumento da utilizzare nell'area HTTP.

Language