No DAPL

Il Dakota del Nord vuole indietro i 38 milioni di dollari che ha dato fuoco alle proteste dell'oleodotto

Il Dakota del Nord vuole indietro i 38 milioni di dollari che ha dato fuoco alle proteste dell'oleodotto

Questa immagine è stata rimossa per motivi legali Giovedì, il procuratore generale del Nord Dakota Wayne Stenehjem ha citato in giudizio il governo degli Stati Uniti per 38 milioni di dollari in fondi per recuperare i soldi dei contribuenti che lo stato ha versato nel controllo dei manifestanti indigeni sul sito del Dakota Access Pipeline.

Language