micky arison

Julian Edelman ha ragione, ancora una volta, nonostante le deboli scuse di Meyers Leonard

Julian Edelman ha ragione, ancora una volta, nonostante le deboli scuse di Meyers Leonard

Lo sguardo che Myers Leonard aveva probabilmente sul suo viso quando si rese conto che il mondo intero lo aveva sentito usare un insulto antisemita. Sulla scia di Meyers Leonard che usa un insulto antisemita durante un live streaming, aggiungendo ulteriormente a un curriculum di ignoranza, il ricevitore ebreo della NFL Julian Edelman ha pubblicato una dichiarazione compassionevole a Leonard con un'offerta per incontrarsi e discutere di antisemitismo.

Dopo l'insulto antisemita, il giocatore NBA Meyers Leonard è stato sospeso dalla squadra, eliminato dagli sponsor

Dopo l'insulto antisemita, il giocatore NBA Meyers Leonard è stato sospeso dalla squadra, eliminato dagli sponsor

Sulla scia di una chiara provocazione antisemita durante una partita di Call of Duty, il giocatore NBA Meyers Leonard è stato sospeso dalla sua squadra, i Miami Heat, e lasciato cadere da un certo numero dei suoi sponsor. Leonard, che l'anno scorso è stato anche il unico giocatore a rimanere in piedi prima di una partita mentre i suoi compagni di squadra si inginocchiavano per sostenere il movimento Black Lives Matter - in seguito si scusò per aver usato il termine "kike bitch", sostenendo di non sapere in qualche modo cosa significasse: Nonostante questo, Leonard da allora è stato abbandonato da due dei suoi sponsor, la società di PC Origin: e il controller produce SCUF (entrambe le società sono di proprietà di Corsair): Leonard sarà anche "lontano dalla squadra a tempo indeterminato" mentre Heat, di proprietà dell'uomo d'affari israeliano-americano Micky Arison, e il L'NBA conduce una "indagine".

Language