In Rememberings, Sinéad O'Connor ha finalmente abbastanza spazio per spiegarsi

Sinéad O'Connor non è estranea alle polemiche: sembra che le porti in giro con sé nella tasca posteriore. La cantautrice irlandese si è presentata alla festa con la testa rasata e la bocca piena di vaffanculo a vari locali, e non si è tirata indietro negli anni dal suo rovente debutto nel 1987, The Lion and the Cobra . Ma dopo aver letto il suo libro di memorie recentemente pubblicato, Rememberings , è chiaro che la costellazione di scandali che ha retroilluminato il suo picco commerciale nei primi anni '90 era più un prodotto di testardaggine che di buon senso.

A sentire (o leggere, in questo caso) O'Connor raccontarlo, non era una pop star ma una punk, e qualcuno che “non riusciva a capire perché a qualcuno piacessero le mie canzoni o perché qualcuno applaudisse o pensasse che fossero buone. " Questo atteggiamento ha solo causato ulteriori scontri. Lei scrive:

Piuttosto che un disastro, attribuisce alla sua esibizione più famosa - strappare un'immagine che ha preso dal muro della madre morta di Papa Giovanni Paolo II per protestare contro gli abusi sui minori - come una sorta di salvezza. “Molte persone dicono o pensano che strappare la foto del papa abbia fatto deragliare la mia carriera”, scrive. “Non è così che mi sento al riguardo. Sento che avere un record n. 1 ha fatto deragliare la mia carriera e aver strappato la foto mi ha riportato sulla strada giusta". Ma essendo queste parole di O'Connor, tendono a provocare ulteriori indagini. Se non voleva essere una star, perché ha firmato con un'etichetta discografica, Ensign (un'impronta Chrysalis), che potrebbe renderla tale? Perché stava facendo la cosa da pop star di sedersi per interviste e fare video e prendere la propria opinione abbastanza seriamente da condividerla con il mondo?

Ecco come fai a sapere che sei in buone mani con O'Connor l'autore: ti stenderà sul culo dubbioso con poche frasi. “Non sono una pop star. Sono solo un'anima turbata che ha bisogno di urlare nei microfoni di tanto in tanto”, scrive. Non è che O'Connor non abbia il dono di una pop star per i brani sonori; è solo che il suo contenuto tende ad avere più denti di quello che è generalmente considerato accettabile.

Un libro, si scopre, è un veicolo perfetto per O'Connor, in quanto le fornisce ampio spazio per essere disordinata e, se non raggiungere il completamento, avvicinarsi ad esso. La sua musica è stata a lungo multivalente, così gentile, così furiosa. (O'Connor ricorda che Anita Baker le disse durante una prova dei Grammy che la sua voce è "cavernosa" e non credo che nessun aggettivo sia più adatto a descriverla). Interviste e social media richiedono una concisione che non si adatta alla logica labirintica o alle contraddizioni di O'Connor. È solo nella forma ultra lunga che si può dare un senso alla sua incapacità, a volte rifiuto, di dare un senso perfetto.

Ricorditrova O'Connor in un costante tiro alla fune con circostanze e volontà. È come un salice che si piega al vento ma non si spezza mai e che sembra tremare di sua spontanea volontà. Si descrive come "nata matta" e, in un passaggio più avanti nel libro, scrive una lettera a suo padre (in terza persona) che afferma della sua malattia mentale: "Né tu né sua madre siete responsabili. Entrambi avete fatto del vostro meglio con gli strumenti che Dio vi aveva dato. E tua figlia ricorda solo tutto ciò che di meraviglioso le hai dato entrambi". Questo arriva bene dopo le strazianti descrizioni degli abusi che ha subito per mano di sua madre che includevano l'essere calpestata sul pavimento della cucina. Sua madre, scrive, ha intenzionalmente guidato la sua auto nel traffico in senso contrario con un giovane O'Connor sul sedile anteriore per vendicarsi di suo fratello per essere fuggito.(Madre e figlia sono uscite illese dall'incidente.) Quando suo padre lasciò sua madre, ricorda O'Connor, sua madre fece stare lei e i suoi fratelli in una capanna che suo padre aveva costruito nel giardino e poi non li lasciò tornare nel casa nonostante il loro pianto. "È stato allora che ho ufficialmente perso la testa e ho anche avuto paura delle dimensioni del cielo", scrive O'Connor.

Presa nel suo insieme, l'apparente incoerenza di O'Connor parla dell'effetto corrosivo dell'abuso sul proprio senso di sé e, forse non sempre al punto immediato, dell'inutilità del tentativo di separare le forze coesistenti della natura e dell'educazione. I sentimenti contrastanti di O'Connor su sua madre non suonano mai falsi, anche quando contraddicono. È stata arrabbiata con sua madre "per tutta la vita". Inoltre "cantava sempre—e canto sempre a mia madre" il suo più grande successo "Nothing Compares 2 U".

“Ogni volta che lo eseguo, sento che è l'unica volta che posso passare con mia madre e che sto parlando di nuovo con lei. C'è la convinzione che lei sia lì, che possa sentirmi e che io possa connettermi a lei”, scrive O'Connor. La singola lacrima che notoriamente le cade sul viso nel video della canzone è stata il risultato del pensiero a sua madre, scrive. In un'altra sezione, si riferisce a sua madre come a un diavolo.

Il libro di O'Connor è precaricato con l'implicita comprensione che la verità è un bersaglio mobile. La sua storia con la religione (è stata cresciuta cattolica e si è dilettata con l'ebraismo e il rastafarianesimo prima di stabilirsi sull'Islam, che ora pratica) illustra la sua incessante ricerca della verità, e il suo uso del tempo presente in tutto il suo libro che esamina il suo passato sottolinea il tempo specifico soggettività. Questo non gioca come debolezza ma come forza complicante per qualcuno che ha sempre sfidato la sintesi, in termini di messaggio, presentazione e persino genere musicale. O'Connor sfida anche la propria auto-categorizzazione. Se solo fosse "una pazza", come dice lei in Rememberings, sarebbe molto più facile ignorarla come qualcuno che urla nel vento. Se solo non avesse avuto ragione per la maggior parte del tempo, le sue parole sarebbero state più facili da respingere. Se solo non abitasse ogni sillaba delle sue canzoni con un'emozione vissuta, sarebbe solo una persona che ha avuto quella canzone quella volta.

Lontano dall'irrazionale banshee che O'Connor è stato fatto per essere sulla stampa, è molto ragionevole. Sul suddetto incidente del papa, scrive:

Ma avere ragione e comunicare in modo efficace sono due cose diverse, e mentre O'Connor è affidabile la prima, raramente è stata la seconda per quanto riguarda l'accoglienza del pubblico. La sua insistenza sul fatto che non è una pop star, un lavoro che tende a richiedere di dare la priorità a una comunicazione efficace rispetto ai contenuti, ha senso più si legge su O'Connor e si pensa alla sua vita. Il suo libro la aiuta finalmente a trovare l'equilibrio; non è una pop star, ma è un'autrice dannatamente brava.

I ricordi possono sembrare un libro pesante, e parti di esso lo sono, ma è più probabile che O'Connor sia un dato di fatto che ipocrita, ed è spesso molto divertente. Continua a parlare delle scoregge del suo primo marito John Reynolds ("Non ho mai riso così tanto con nessun altro essere umano. Né scoreggiato così forte. John è un leggendario scoreggia ad alta voce. Ed è accattivante.") e propone un libro sulla cacca in tour chiamato No Solids . Per quanto riguarda la sua prole, offre quello che potrebbe funzionare come un'eccellente apertura per un romanzo: “Ho quattro figli di quattro padri diversi, uno solo dei quali l'ho sposato, e ho sposato altri tre uomini, nessuno dei quali è il padre dei miei figli .” I suoi Ricordil'apertura è un piccolo miracolo di orientamento e candore: “Non ricordo più di quanto ho dato al mio editore. Tranne ciò che è privato o che desidero dimenticare. In effetti, la totalità di ciò che non ricordo riempirebbe diecimila biblioteche, quindi probabilmente è meglio che non mi ricordi. È come una piccola preghiera.

O'Connor è irremovibile riguardo ai suoi difetti ("Sono una rompicoglioni e sono troppo emotiva"). Descrive in modo disarmante la perdita della verginità a 14 anni con un uomo molto più anziano, che è andato fuori di testa quando ha capito che era minorenne. In uno dei tanti momenti di soddisfazione del microfono che scandiscono i suoi spesso brevi capitoli, O'Connor si scontra con il suo io adolescente appena deflorato: “Sul bus mi chiedevo se avevo un aspetto diverso. I passeggeri direbbero a se stessi, c'è una ragazza che non è più vergine?, e di conseguenza mi reputi figo?" Descrive di aver firmato un terribile contratto discografico che un avvocato l'ha implorata di permettergli di rinegoziare perché "Volevo solo andarmene dall'Irlanda ed essere finanziariamente indipendente il più rapidamente possibile, e non stavo aspettando un'altra opportunità". C'è un vero senso qui di rifiutarsi di essere vittime di ciò che non ha creato dolore o trauma reale.

L'agenzia di O'Connor è di proporzioni supereroiche. Ciò è particolarmente evidente quando discute i vari modi in cui gli uomini hanno tentato di controllarla, come quando la sua etichetta le suggeriva di abortire il suo primo figlio per motivi di carriera o la reazione del barbiere che per primo le ha rasato la testa, protestando per tutto il tempo e torcendosi le mani su ciò che i vari uomini della sua vita avrebbero pensato del suo nuovo 'fare'. "Quando ha finito mi sono alzato per affrontarlo e una lacrima è scesa lungo la sua guancia destra", è così che finisce quella storia, esilarante. Quando ha incontrato Prince (che lei chiama "Ol' Fluffy Cuffs") a casa sua, scrive, l'ha rimproverata per aver maledetto nelle interviste, l'ha colpita con una federa con dentro oggetti duri e l'ha inseguita nella sua macchina per ore. È un'altra storia dell'orrore di O'Connor che lascia spazio all'assurdità: mentre aspetta Prince nella sua cucina,decide di controllare sotto il suo lavandino per esaminare i suoi prodotti per la pulizia. "Dopo tutto, quale donna non vorrebbe che la sua cucina luccicasse come un palazzo?" lei scrive. "In realtà, è un po' un casino lì dentro, quindi ho deciso di sistemarlo per lui."

Peter Gabriel la faceva sentire come una "figa del fine settimana". Muhammad Ali “mi ha fatto un bel regalo, che era una raccolta di contraddizioni bibliche che aveva messo insieme lui stesso”. I "30 secondi più strani" della vita di O'Connor si sono verificati nel backstage di un concerto tributo a Bob Dylan, durante il quale è stata notoriamente fischiata. (Questo è stato dopo la sua apparizione a SNL .) In realtà, scrive, è stata fischiata e acclamata allo stesso tempo, con conseguente "rivolta sonora, come se il cielo si stesse squarciando". Si è rifiutata di eseguire la canzone che era stata programmata, invece ha cantato alcune righe, acapella, da "War" di Bob Marley (la stessa canzone che ha eseguito su SNL) e poi ha lasciato il palco dopo essere stato consolato da Kris Kristofferson. Sentiva che Dylan avrebbe dovuto essere l'unico a tentare di placare la folla facendola cantare, quindi dopo lo guardò nel backstage e lui ricambiò lo sguardo.

L'attitudine di O'Connor per l'articolazione non le ha impedito di essere fraintesa, proprio come la sua sicurezza non l'ha vaccinata contro tendenze autoflagellanti. Ci sono momenti in cui sembra che lei dia la priorità alla poesia rispetto al significato ("Sono stata una persona molto fortunata in quanto ogni sogno che ho fatto si è avverato", scrive qualcuno il cui rapporto con la madre violenta l'ha lasciata in un ulteriore stato emotivo brandelli quando è stato interrotto dalla morte di sua madre), ma è molto spesso diretta e il suo libro è migliore per questo. Le spiegazioni semplici sono spesso le migliori. Dopo l'esame, la O'Connor rimane ferma sul fatto che la sua carriera non è stata "deragliata" quando ha strappato l'immagine del papa. "È stato ri-inveito", scrive. "E sento di aver avuto un grande successo come madre single che si occupa dei suoi figli". È difficile discuterne.

Suggested posts

DaBaby si scusa per aver lasciato gli ebrei fuori dallo sfogo offensivo

DaBaby si scusa per aver lasciato gli ebrei fuori dallo sfogo offensivo

CHARLOTTE, Carolina del Nord - A seguito del contraccolpo sui commenti che ha fatto su uomini gay e HIV in un recente concerto e sui social media, il rapper DaBaby si è scusato mercoledì per aver lasciato gli ebrei fuori dal suo sproloquio offensivo carico di parolacce. "Voglio dire senza mezzi termini che è stato sbagliato da parte mia non includere gli ebrei nelle dichiarazioni che ho fatto attaccando sia uomini omosessuali che persone malate di AIDS", ha scritto su Instagram l'artista 29enne, spiegando che il le osservazioni omofobe non riflettevano l'antisemita che era veramente.

20 delle premesse cinematografiche più fottute di sempre

20 delle premesse cinematografiche più fottute di sempre

Il trailer di Lamb, il bizzarro psicodramma horror di prossima uscita da A24 e dal regista Valdimar Jóhannsson, è uscito ieri, e se sei sui social media, ci sono buone probabilità che tu l'abbia visto, o almeno incontrato persone inorridite, se perplesso , reazioni ad esso. Il che ha molto senso una volta che lo hai visto: A24 ha una certa reputazione per i film straordinariamente suggestivi che colpiscono un particolare punto debole: film che sono generalmente una miscela di arte, intrattenimento, commenti e merda-cosa -ho-ho appena visto?! Pensa a The Lighthouse, The Witch, The Killing of a Sacred Deer e Midsommar (oltre al prossimo Green Knight).

Related posts

Un uomo divorziato di recente capisce che elaborare le emozioni potrebbe richiedere da 2 a 3 giorni

Un uomo divorziato di recente capisce che elaborare le emozioni potrebbe richiedere da 2 a 3 giorni

SARASOTA, FL — Continuando a provare sentimenti di perdita e tradimento sulla scia del suo divorzio, Scott Keller ha detto ai giornalisti mercoledì di aver capito che elaborare le sue emozioni potrebbe richiedere da due a tre giorni. "Rachel e io siamo stati insieme quasi 10 anni, quindi devo essere onesto e accettare che potrebbe volerci fino a venerdì fino a quando non avrò completamente superato questa cosa", ha detto Keller, aggiungendo che era anche disposto a dare ai suoi due figli più tempo di una telefonata necessaria per aiutarli a capire perché non vedrebbero più spesso il loro papà.

Nation assicura a Kanye West che non gli importa abbastanza di 'Donda' da farlo stressare così tanto

Nation assicura a Kanye West che non gli importa abbastanza di 'Donda' da farlo stressare così tanto

NEW YORK—Esortando il rapper vincitore di un Grammy a dedicare tutto il tempo necessario al progetto, lunedì la nazione ha assicurato a Kanye West che non gli importa abbastanza del suo prossimo album, Donda, da giustificare lo stressante rilascialo presto. "Faremo un giro, ma guarda, non stancarti", ha detto il fan nominale di Kanye West Aaron Martin, che ha fatto eco al sentimento di milioni di americani mentre consigliava al 44enne di dare la priorità ai suoi obblighi familiari rispetto a la sua carriera musicale.

Hai mai chiamato senza lavoro a causa del tuo ciclo?

Hai mai chiamato senza lavoro a causa del tuo ciclo?

In passato, quando presentarsi in ufficio non era solo una norma ma un mandato, andavo a lavorare come fa la maggior parte delle persone il secondo giorno del ciclo, o come mi piace chiamarlo, il giorno peggiore della mia vita Che si svolge ogni mese. Era il tipo di dolore che fa sembrare un gioco da ragazzi ottenere un canale radicolare e stavo così male che andavo in bagno e mi sdraiavo sul pavimento ogni ora per cinque minuti per cercare di rimetterlo insieme.

MORE COOL STUFF

'Una mamma per amica': hai mai notato che diverse proposte di matrimonio sono nate da discussioni?

'Una mamma per amica': hai mai notato che diverse proposte di matrimonio sono nate da discussioni?

Stars Hollow potrebbe essere la città perfetta per i fan di "Una mamma per amica", ma i residenti non sono stati fortunati in amore. In effetti, c'erano diversi fidanzamenti strani.

Lo staff del palazzo suggerisce che l'accordo Netflix tra il principe Harry e Meghan Markle era in atto nel 2018

Lo staff del palazzo suggerisce che l'accordo Netflix tra il principe Harry e Meghan Markle era in atto nel 2018

L'accordo con Netflix del principe Harry e Meghan Markle potrebbe essere stato in lavorazione diversi anni fa, con sorpresa di tutti.

Il cast e la troupe di "Game of Thrones" non avevano idea Emilia Clarke è sopravvissuta a due emorragie cerebrali mentre lavorava allo show

Il cast e la troupe di "Game of Thrones" non avevano idea Emilia Clarke è sopravvissuta a due emorragie cerebrali mentre lavorava allo show

Emilia Clarke ha avuto a che fare con una complicazione di salute molto seria durante il suo periodo in "Game of Thrones", ma poche persone lo sapevano.

Halsey condivide le location per il suo prossimo film IMAX "Se non posso avere amore, voglio potere"

Halsey condivide le location per il suo prossimo film IMAX "Se non posso avere amore, voglio potere"

Il 28 luglio, Halsey ha rilasciato le location in cui i fan potranno guardare il suo prossimo film IMAX "If I Can't Have Love, I Want Power".

Ecco come la crisi climatica sta impattando sul ciclo dell'acqua

Ecco come la crisi climatica sta impattando sul ciclo dell'acqua

La crisi climatica sta mettendo a dura prova il ciclo dell'acqua. Alcuni posti stanno ricevendo troppa acqua, mentre altri non ricevono affatto acqua. Ti spiegheremo.

Che tipo di uccello è quello? Te lo può dire l'app Merlin Bird ID

Che tipo di uccello è quello? Te lo può dire l'app Merlin Bird ID

Il birdwatching è molto più semplice con l'app Merlin, che può istruirti durante la tua prima avventura di identificazione degli uccelli. Da lì, è semplice.

La scienza dell'acqua delle 'streghe' contro il folklore in cerca di acque sotterranee

La scienza dell'acqua delle 'streghe' contro il folklore in cerca di acque sotterranee

Le streghe mistiche dell'acqua sono molto richieste durante questi periodi di siccità. Ma sono più bravi a trovare le acque sotterranee di un geoidrologo guidato dalla scienza?

È sicuro viaggiare con bambini non vaccinati? 6 domande con risposta

È sicuro viaggiare con bambini non vaccinati? 6 domande con risposta

Quando si pensa di viaggiare con bambini non vaccinati, si dovrebbero considerare due tipi di rischio: il rischio diretto per il bambino e il rischio di trasmissione ad altri.

Sunisa Lee vince l'oro, Jade Carey arriva all'ottavo posto nella ginnastica individuale femminile a tutto tondo

Sunisa Lee vince l'oro, Jade Carey arriva all'ottavo posto nella ginnastica individuale femminile a tutto tondo

Sunisa Lee ha battuto la brasiliana Rebeca Andrade e l'atleta del comitato olimpico russo Angelina Melnikova per assicurarsi il primo posto nell'evento

Rosie O'Donnell ricorda di essere andata a una festa degli Oscar con Madonna e Dennis Hopper: "Era così selvaggio"

Rosie O'Donnell ricorda di essere andata a una festa degli Oscar con Madonna e Dennis Hopper: "Era così selvaggio"

Il momento hollywoodiano più memorabile di Rosie O'Donnell degli anni '90 è stato partecipare a diverse feste degli Oscar con Madonna, che lei ha definito "selvaggio"

Luke Bryan rivela i segreti del suo matrimonio di 14 anni con la moglie Caroline: "Abbiamo solo una palla nella vita"

Luke Bryan rivela i segreti del suo matrimonio di 14 anni con la moglie Caroline: "Abbiamo solo una palla nella vita"

La coppia di Nashville trova il suo ritmo perseguendo le proprie passioni, parlando e facendo quegli scherzi leggendari

Rosie O'Donnell afferma che le è stato chiesto di riportare il suo talk show: "Non si sa mai"

Rosie O'Donnell afferma che le è stato chiesto di riportare il suo talk show: "Non si sa mai"

Il Rosie O'Donnell Show è andato in onda dal 1996 al 2002 su NBC

Angular Server Side Rendering (SSR) vs Pre-Rendering e perché farlo in primo luogo.

Innanzitutto il perché in poche parole: per le app scritte in Angular/ React, javascript fa un ottimo lavoro assicurandosi che la tua app funzioni in modo super efficiente e senza interruzioni. Tuttavia, questo non va bene per la SEO poiché la maggior parte dei motori di ricerca non capisce jack quando si tratta di JS.

Modello di design singolo

Modello di design singolo

Il modello singleton è un modello di progettazione software che limita l'istanza di una classe a una "singola" istanza. Ciò è utile quando è necessario esattamente un oggetto per coordinare le azioni nel sistema.

Digita Cancellazione in Java...

Un modo per alleggerire la tua RAM

Digita Cancellazione in Java...

Il processo di imporre i vincoli di tipo in fase di compilazione e di scartare le informazioni sul tipo di elemento in fase di esecuzione. In altre parole, il compilatore sostituisce un parametro generico con la classe effettiva o il metodo bridge.

Come la filosofia No-Code può trasformare il modo in cui pensi ai dati

Come la filosofia No-Code può trasformare il modo in cui pensi ai dati

È innegabile che la capacità di codificare sia un'abilità incredibilmente potente. Dato che il mondo si è spostato verso il software negli ultimi decenni, abbiamo visto che le capacità che puoi sbloccare comprendendo il funzionamento interno dello sviluppo del software sono vaste.

Language