Godzilla: King of the Monsters è grande, stupido e bello

Buone notizie, questa volta li hanno lasciati combattere.

La prima cosa che Godzilla: King of the Monsters ti presenta è lo squillante skree-onk dell'iconico grido lamentoso di Godzilla. Imposta immediatamente il tono: non andrà come è andato il riavvio di Godzilla del 2014 . Forse anche non andrà come ti saresti aspettato.

Da quando il suo primo inquietante trailer ha entusiasmato il Comic-Con di San Diego lo scorso anno, King of the Monsters di Michael Dougherty si è presentato come un abile inno alla bellezza intrinseca dei suoi mostri. Tutto, da " Clair de Lune " alle gustose cover orchestrali di " Somewhere Over the Rainbow ", contiene filmati con colonne sonore di Godzilla e delle sue coorti di kaiju, invitandoci a considerare la poesia dietro la carneficina che si sta svolgendo. Ma mentre il film stesso si diverte davvero nella distruzione che il suo gigantesco omonimo e i suoi mostruosi rivali al trono portano con sé, non ha davvero nulla di poetico da dire su quella calamità, oltre a riconoscere che guardare un gigantesco drago a tre teste barile verso una mostruosità radioattiva che emette fiato atomico è completamente e assolutamente impressionante.

È, certamente, estremamente fantastico.

Come lettera d'amore alla storia cinematografica di queste amate bestie, King of the Monsters eccelle, un antidoto allo sgomento collettivo che il reboot cinematografico di Gareth Edwards del 2014 ha trascorso più tempo a prendere in giro epici combattimenti di mostri invece di mostrarli effettivamente. Sebbene ci siano un sacco di intriganti aspersioni e allusioni alla vivida storia di oltre mezzo secolo che queste creature hanno nel film sullo sfondo di King of the Monsters per i fan irriducibili di kaiju , questo è un film che parla della sua azione trionfante, sia è guardare gli sfortunati umani che vengono pacciamati e fatti esplodere da colpi di mostri e aliti elettrici, o il brivido ancora più grande che si dispiega mentre Godzilla e Ghidorah iniziano davvero la loro lotta per la corona del titolo (Rodan e Mothra giocano, ammettiamolo, i secondi suonatori, ma ognuno ottiene i propri momenti davvero brillare).

Ogni scena del film è resa vividamente, magnificamente, ripresa ad arte per trasmettere un senso di scala e portata alla sua distruzione, a differenza di qualsiasi cosa il suo predecessore - o anche qualsiasi altro film d'azione in circolazione in questo momento - potrebbe persino iniziare a comprendere. C'è anche una coerenza nell'inquadratura dell'azione da parte di Dougherty, che si trova a cavallo di una linea difficile tra l'essere abbastanza chiari per il pubblico da vedere (e ammirare), mentre visivamente abbastanza frenetici da trasmettere la portata aliena e furiosa delle mostruose battaglie che si svolgono davanti ai loro raggio cosmico e bulbi oculari bruciati dalle esplosioni.

Se sei il tipo di persona che si rallegra mentre Godzilla si trascina da un pestaggio per tornare alla carica in combattimento contro il suo nemico a tre teste, allora King of the Monsters non ti invita a farlo apertamente, ma incoraggia con un gusto gioioso con la sua dedizione quasi incessante a portare tutto il peso delle sue stelle mostruose. Aiuta il fatto che Big G ei suoi titanici compagni abbiano anche una gran quantità di personalità per loro - dal modo in cui tuonano attraverso i paesaggi o attraverso gli stridi acuti delle loro grida di battaglia - che li fanno sentire altrettanto carismatici sullo schermo quanto le loro controparti umane, se non lo sono. più a volte.

La relazione logora di Emma e Madison è al centro della scialba storia umana di King of the Monster.

Tuttavia, qui sta uno dei problemi dei film. Essere così gloriosamente autoindulgente con la sua azione impressionante significa che alla fine ciò che King of the Monsters non può curare dal suo predecessore è una trama debole guidata dalle sue stelle umane, una che vira selvaggiamente da un luogo all'altro con poco senso coerente oltre la necessità di impostare il fase per un'altra sequenza d'azione epica. È qui che King of the Monsters è al suo punto più debole, ed è una debolezza che sarà esacerbata da quanto hai portato nella presentazione pre-rilascio del film come un film di mostri con qualcosa da dire. 

Ambientato cinque anni dopo gli eventi del riavvio occidentale di Edwards dell'opera cinematografica di Godzilla , King of the Monsters si svolge in un mondo che, sebbene privo di mostruose carneficine dai fatidici attacchi del film originale, è stato cambiato per sempre. Monarch, l'oscura organizzazione incaricata originariamente di tentare di coprire l'emergere di Godzilla (e ora funge da filo narrativo che unifica un franchise cinematografico che è già legato a King Kong per un futuro rottame) è ora un'organizzazione onnipotente che va in punta di piedi con le forze armate ei governi del mondo mentre ricerca e contiene non solo la presenza di Godzilla sulla Terra, ma dozzine di altri titani addormentati. Ma quando un gruppo di eco-terroristi sfrutta la tecnologia sperimentale Monarch per risvegliare i mostri sepolti sotto la Terra, il palcoscenico è pronto per un battle royale a tutto campo tra le icone di Toho Rodan, Mothra e Ghidorah, mentre si trovano tutti di fronte. per affrontare il ritorno dello stesso Godzilla.

Mentre la narrazione di base è spinta dal dramma del team di scienziati / operatori neri di Monarch, guidato da Ishirō Serizawa di Ken Watanabe, di ritorno dal Godzilla del 2014, che cerca di inseguire la sconcertante cellula eco-terrorista ben attrezzata guidata dal colonnello Alan Jonah (Il Trono di Spade) " Charles Dance, che chiaramente si diverte a essere un cattivo dei fumetti malato e stanco degli idioti eroi che lo inseguono), il cuore umano di King of the Monsters è incentrato sulla difficile situazione della famiglia Russell. Lacerati dopo la perdita del figlio negli eventi sullo sfondo del film del 2014, i dottori Mark (Kyle Chandler) ed Emma (Vera Farmiga) Russell si trovano su lati opposti riguardo al posto di Godzilla sulla Terra. Nonostante le loro divergenze sull'opportunità o meno di uccidere o collaborare con la creatura e la sua specie, i due si ritrovano presto - insieme alla loro giovane figlia Madison ( Millie Bobby Brown di Stranger Things ) - presi nel mezzo dopo il tecnologico MacGuffin stavano lavorando come un modo per comunicare con Godzilla e i suoi compagni mostri, l'Orca, è travolto nella ricerca in giro per il mondo per scatenare un titanico do-over sul pianeta.

Una nave da guerra volante piena di scienziati, e tutti loro sono idioti.

Mentre la premessa apre alcune domande potenzialmente interessanti, il problema è che King of the Monsters lascia quasi immediatamente cadere ogni pretesa del dibattito morale che instaura nei suoi primi momenti per facilitare la sua azione mostruosa (incredibilmente adorabile, almeno) . I personaggi umani sono sottilissimi e hanno ben poco da fare se non guardare con soggezione o orrore all'azione intorno a loro mentre occasionalmente sbuffano blandi manierismi. Al loro meglio sono una facciata noiosa per le stelle mostruose davanti a cui calpestare, nel peggiore dei casi prendono decisioni sempre più folli che sembrano servire solo a facilitare la trama arrivando a un caos più mostruoso, piuttosto che perché si sentono davvero come scelte coerenti che persone apparentemente intelligenti (dopotutto sono scienziati!) farebbero. Brown probabilmente si distingue come il momento clou del cast umano, ma anche allora, come Madison ha poco più da fare che essere frustrata dagli adulti intorno a lei sulla scia di una mostro maniaco, o urlare a detta mania .

I difetti del lato umano di King of the Monsters sono esacerbati anche da un tono selvaggiamente incoerente. Il film procede a ritmo serrato grazie alla sua azione, ma balla tra il volere che tu sia inorridito dalla portata e il costo della distruzione dei mostri, prima di chiederti di ridere di qualcosa come Rick & Morty, scienziato indiano di Bradley Whitford che fa qualche grossolano scherzo in sottofondo pochi secondi dopo. Interi fili e archi di personaggi scompaiono dal film, volenti o nolenti, al fine di inseguire il prossimo grande mostro bash, soprattutto mentre si avvicina alla sua conclusione esplosiva. Si unisce per lasciare la sensazione che King of the Monsters sia poco più che un suono e una furia meravigliosamente sbalorditivi, che purtroppo non significano nulla per le sue stelle umane, oltre a essere un vettore in cui il film può diffondersi fittamente su un formaggio b-movie che presta l'intero tentativo è una sorta di "classico film di mostri con un budget moderno".

King of the Monsters si rivela rapidamente come non il film su cui i suoi abili trailer ti hanno venduto, e probabilmente non apparentemente mai avrebbe dovuto esserlo, ma va bene. In effetti, molti dei classici film di Godzilla di Toho sono stati anch'essi incentrati sulla semplice gioia dello spettacolo esplosivo che Godzilla ei suoi titanici nemici possono scatenare. Ma alcuni dei migliori hanno almeno avuto cose da dire su argomenti come la guerra nucleare , l' ambientalismo e il nazionalismo giapponese al di là della loro mostruosa azione. King of the Monsters tenta a malapena di aggiungere un'inclinazione ecologica al ragionamento dietro il suo scontro di titani - si scopre che siamo i veri mostri, dopotutto - e quasi sfacciatamente si appoggia a sapere quanto poco ha da provare su questo davanti, consapevole che ti interesserà chiaramente il meno possibile della situazione dei suoi personaggi umani quando l'alternativa è l'azione più spettacolare.

Preparati per uno spettacolo di luci laser e non molto altro.

Indipendentemente dal fatto che sia o meno un inattaccabile rompicapo dipenderà da quanto ti piace il brivido economico di un'azione mostruosa splendidamente resa. Se stai bene con persone incredibilmente stupide che giocano secondo violino a gloriosi momenti kaiju, King of the Monsters fornirà uno dei migliori successi di popcorn dell'estate. Ma se volevi un film Godzilla che avesse qualcosa, qualcosa da dire sulla sua distruzione? Allora starai sicuramente cercando qualcosa di più carnoso del fianco di Ghidorah da masticare.

Godzilla: King of the Monsters uscirà nei cinema il 31 maggio.

Per di più, assicurati di seguirci sul nostro nuovo Instagram @ io9dotcom .

Suggested posts

Le donne di merda di Kick-Ass nell'industria dei giochi non ottengono abbastanza credito per

Le donne di merda di Kick-Ass nell'industria dei giochi non ottengono abbastanza credito per

L'industria dei giochi è in un momento di resa dei conti. Nelle ultime settimane, una serie di rapporti dannosi hanno diffuso dettagli sulla cultura delle molestie vissute dalle donne per mano di grandi aziende di gioco come Ubisoft e Activision Blizzard.

Secondo quanto riferito, Kevin Feige "arrabbiato e imbarazzato" per la gestione di ScarJo da parte della Disney

Secondo quanto riferito, Kevin Feige "arrabbiato e imbarazzato" per la gestione di ScarJo da parte della Disney

Scarlett Johansson e Kevin Feige alla premiere di Avengers nel 2012 Probabilmente non c'è produttore cinematografico sul pianeta con più potere e influenza di Kevin Feige. In qualità di mente dietro il Marvel Cinematic Universe, Feige è diventato uno degli unici produttori cinematografici del settore - non uno scrittore, non un regista, ma un produttore - con un fascino di marca, una potenza a cui è principalmente abituato... Film Marvel che gli piace chiaramente fare.

Related posts

Shepard Fairey ha progettato un nuovo logo per invogliare i giovani a visitare la mitica città di Los Angeles

Shepard Fairey ha progettato un nuovo logo per invogliare i giovani a visitare la mitica città di Los Angeles

Los Angeles Negli stati cavalcavia, dove abbiamo cose come pioggia, neve e vari tipi di pizza che cambiano a seconda di dove ti trovi entro un raggio di 300 miglia, i bambini guardano le stelle e sognano di andare in un posto magico dove non c'è pioggia o neve e l'unica pizza che puoi trovare ha cose strane come pollo o pomodori. Un luogo dove si può e si deve fare surf la mattina e sciare la sera.

Ah, ecco perché il film di Mass Effect non è mai stato realizzato

Ah, ecco perché il film di Mass Effect non è mai stato realizzato

Nel 2010, i fan di Mass Effect hanno avuto una sorpresa selvaggia: l'amato franchise di videogiochi sarebbe stato adattato per il film, con BioWare che avrebbe giocato un ruolo pratico nel suo sviluppo. Dopo l'annuncio, l'adattamento è stato affiancato da un gruppo di nomi entusiasmanti.

Nemmeno Netflix vuole più di Manifest della NBC

Nemmeno Netflix vuole più di Manifest della NBC

Josh Dallas di Manifest All'inizio di questo mese, la NBC ha cancellato Manifest, il suo ultimo e più stranamente cristiano tentativo di catturare parte della magia perduta che ABC aveva dieci anni fa, dopo tre stagioni. Il tempismo della decisione è stato in qualche modo sorprendente per i fan dello show, soprattutto perché molti di quei fan erano nuovi, dato che lo spettacolo era appena stato presentato in anteprima su Netflix e ha rapidamente conquistato il primo posto nella lista dei "Top 10" notevolmente mal definita sul servizio di streaming: un posizionamento che potrebbe significare qualsiasi cosa da "chi lo sa?" a “nessuno lo sa.

Confrontiamo i dude anime dudes con le loro versioni di film live-action

Confrontiamo i dude anime dudes con le loro versioni di film live-action

Una delle cose affascinanti degli adattamenti live-action è confrontare il modo in cui gli attori danno vita ai personaggi animati. Quindi, con il prossimo film di Tokyo Revengers, facciamo proprio questo! Ciò che può rendere così difficili gli adattamenti di anime o manga dal vivo è che il film che segue può sembrare persone che giocano a travestirsi invece di incarnare i personaggi in un modo reale .

MORE COOL STUFF

'FBoy Island': il cast della prima stagione della serie HBO Max

'FBoy Island': il cast della prima stagione della serie HBO Max

Incontra le tre donne, il cast di "Nice Guys" e "F---boys" per la serie di incontri di realtà HBO Max "FBoy Island".

La faida di "RHOBH" scoppia mentre Erika Jayne scatta a Garcelle Beauvais: "Sento che stai tradendo la mia amicizia"

La faida di "RHOBH" scoppia mentre Erika Jayne scatta a Garcelle Beauvais: "Sento che stai tradendo la mia amicizia"

Erika Jayne ha aggredito Garcelle Beauvais nell'ultimo episodio di 'RHOBH' per aver rivelato qualcosa su Tom Girardi.

BTS: Jimin pensa di aver dovuto fingere molto in passato

BTS: Jimin pensa di aver dovuto fingere molto in passato

In un'intervista con Weverse Magazine, Jimin dei BTS ha condiviso che era solito "fingere molto" mentre era in giro con gli altri.

'Below Deck Mediterranean': Athena Lucene affronta il contraccolpo sui social media dopo aver fatto richieste sullo spettacolo

'Below Deck Mediterranean': Athena Lucene affronta il contraccolpo sui social media dopo aver fatto richieste sullo spettacolo

Athena Lucene di "Below Deck Mediterranean" ha affrontato il contraccolpo dei social media per essere troppo esigente e aver maltrattato l'equipaggio.

Cosa fare quando un amico ti deve dei soldi

Cosa fare quando un amico ti deve dei soldi

Quindi, il tuo amico che ha promesso di ripagarti non appena sarà stato pagato, ora ti sta evitando come la peste. Perché succede questo e come puoi evitarlo in futuro?

Fumo liquido: perché o lo ami o lo odi

Fumo liquido: perché o lo ami o lo odi

È un condimento "controverso" se mai ce ne fosse uno. Ma cos'è il fumo liquido e perché alcune persone lo odiano?

Incontra 5 specie di Lazzaro, animali un tempo ritenuti estinti, ma vivi e vegeti

Incontra 5 specie di Lazzaro, animali un tempo ritenuti estinti, ma vivi e vegeti

A volte organismi, ritenuti scomparsi da tempo dal mondo, risorgono dall'estinzione come Lazzaro dalla morte, sebbene sia un evento raro.

Come cancellare Netflix

Come cancellare Netflix

Sei pronto a liberarti da Netflix? Ti diremo esattamente come.

IKEA regala candele al profumo di polpette svedesi ai clienti del programma fedeltà per il decimo anniversario

IKEA regala candele al profumo di polpette svedesi ai clienti del programma fedeltà per il decimo anniversario

Il resto dei regali inclusi nello "Store in a Box" viene tenuto nascosto, oltre a dire che ricorderanno altri articoli popolari del negozio

Faith Hill, Tim McGraw e Sam Elliott nel cast della serie prequel di Yellowstone, 1883

Faith Hill, Tim McGraw e Sam Elliott nel cast della serie prequel di Yellowstone, 1883

Le star della musica country Faith Hill e Tim McGraw reciteranno al fianco del candidato all'Oscar Sam Elliott nel prossimo prequel di Yellowstone, intitolato 1883.

Adam Rippon dice che sta pianificando un "matrimonio in municipio" con il suo fidanzato JP Kajaala

Adam Rippon dice che sta pianificando un "matrimonio in municipio" con il suo fidanzato JP Kajaala

Adam Rippon e Jussi-Pekka Kajaala stanno pianificando un semplice "matrimonio in città" a Pasadena, in California, dove vive Rippon

Sanaa Lathan rivela di aver smesso di bere alcolici tre anni fa: "Mi stava attenuando l'energia"

Sanaa Lathan rivela di aver smesso di bere alcolici tre anni fa: "Mi stava attenuando l'energia"

Sanaa Lathan si apre sulla sua decisione di smettere di bere alcolici

Cose che avrei voluto sapere quando ho iniziato a programmare... Blah Blah Blah

Cose che avrei voluto sapere quando ho iniziato a programmare... Blah Blah Blah

Odio leggere le stesse storie strappalacrime. Sii grato per quello che ora sai invece.

Come praticare la programmazione orientata agli oggetti

Come praticare la programmazione orientata agli oggetti

Ogni volta che vogliamo imparare qualcosa, dobbiamo metterla in pratica. Ad esempio, se impariamo gli algoritmi di ordinamento, andiamo a risolvere alcuni problemi con questo algoritmo.

Un approccio diverso all'apprendimento di una lingua straniera

Come ho imparato fluentemente il russo da madrelingua inglese

Un approccio diverso all'apprendimento di una lingua straniera

Imparare una nuova lingua è sempre divertente, o almeno inizia così. Inizi imparando le parole comuni di base e passi all'apprendimento di frasi brevi.

Un funerale di campagna

Un funerale di campagna Quando ho saputo che mio fratello era morto, il mio primo pensiero è stato che le persone avrebbero dovuto rimanere nella loro contea. Era a Cavan; Ero a Dublino, quindi non avrei potuto andare al funerale.

Language