Cosa serve per correre nella Indy 500

Credito immagine: Sarah Crabill/Getty Images

Probabilmente è sicuro dire che più donne sono coinvolte nel mondo degli sport motoristici che mai, ma le griglie di partenza sono ancora in gran parte dominate da piloti di sesso maschile. Pippa Mann , attualmente una pilota IndyCar e una che si è classificata 17a nella Indy 500 dello scorso anno, sta attivamente cercando di cambiare la situazione costruendo una comunità per piloti donne attraverso una borsa di studio presso la Lucas Oil School of Racing .

La Lucas Oil School of Racing ti insegna come guidare correttamente un'auto da corsa a ruote scoperte. L'anno scorso, ha collaborato con Mann per creare la borsa di studio Pippa Mann , il cui obiettivo è trovare piloti donne di talento e aiutarle ad affinare le loro abilità di guida, prepararsi a vincere gare e campionati e promuovere le loro relazioni con la comunità delle corse.

In base al loro livello, ai conducenti che sono stati selezionati per la borsa di studio verrà offerto un posto nella classe base di due giorni o nel programma avanzato di due giorni.

Mann ha chiarito che tutti i tipi di esperienza di guida sono i benvenuti, ovunque, dal karting alle corse su terra, ed è aperta a chiunque voglia provare le corse su strada. L'età in genere va dai 14 ai 24 anni.

In quanto pilota professionista esperta, Mann non ha nascosto la sua derisione per le serie di corse per sole donne in passato. Essere messi in una serie segregata non aiuta nessuno, dice. In risposta alle serie per sole donne, ha lanciato l' hashtag #WeRaceAsEquals sui social media.

Mann vuole usare la sua esperienza e aiutare a guidare una nuova generazione di donne guidatrici di auto da corsa e aiutarle a diventare i migliori piloti che possono. Con i suoi sforzi, potremmo benissimo iniziare a vedere il rapporto tra uomini e donne sulla griglia di partenza finalmente iniziare a pareggiare.

Ecco come ha intenzione di farlo.

(Nota: questa conversazione è stata modificata per motivi di grammatica, brevità e flusso.)

Kristen: Dopo tutto il lavoro che hai fatto nelle corse, cosa hai notato nel lavorare con giovani donne pilota?

Pippa: Quindi, lavoro a livello inferiore, drag street e karting. E mi ha sempre stupito quante donne perdiamo in particolare dal karting alle ruote scoperte. Donne che corrono davvero all'avanguardia che non riescono nemmeno a entrare nella scala a ruote scoperte.

E guarda proprio ora allo stato dell'attuale scala a ruote scoperte qui negli Stati Uniti, ci sono così poche donne che corrono sulla scala che cercano di farsi strada fino all'Indy Cup. Mi chiedo: "Cosa posso fare, cosa possiamo fare per cercare di aiutare questo scenario?" Ed è qui che è entrata in gioco la Lucas Oil School of Racing.

Kristen: Perché pensi che accada, quel calo tra kart e ruote scoperte?

Pippa: Penso che ci sia molto da dire sul fatto che le ragazze perdono fiducia proprio a quell'età quando stanno attraversando la pubertà, quando hanno 14, 15, 16 anni. E questa è l'età che molti di loro hanno bisogno di spingere di più con le loro famiglie per fare la transizione. Quindi, penso che ci sia un po' di quella mancanza di fiducia coinvolta. Penso che molti semplicemente non sappiano dove sia l'opportunità, specialmente se le loro famiglie non sono state così coinvolte nelle corse. Si tratta di cercare di dare a quei corridori l'opportunità di continuare sulla loro strada.

Immagine: Lucas Oil School of Racing

Anche se abbiamo queste ragazze che arrivano individualmente come parte della grande scuola, non è un concorso in cui stiamo cercando di trovare una persona. L'idea alla base della borsa di studio è che stiamo cercando di aiutare più donne a fare questo passo. Quindi hanno effettivamente l'opportunità non solo di connettersi attraverso la Lucas Oil School of Racing, ma in realtà di entrare in contatto con me, personalmente. E attraverso di me, posso quindi provare a collegarle ad altre donne, dove appropriato e dove funziona con quello che stanno facendo. Stiamo cercando di costruire una rete di corridori donne.

Tanti ragazzi nelle corse diventano amici, tutti si aiutano a vicenda. Spesso, come pilota donna, puoi sentirti piuttosto esclusa da questo. E per anni e anni, c'è stato questo atteggiamento di: "Oh, puoi avere solo una donna da corsa, e tutti gli altri devono andarsene". Quindi ci siamo lanciati l'uno contro l'altro in un modo molto diverso, invece di lavorare su quella solidarietà e sorellanza tra di noi.

Lentamente e lentamente, penso che stiamo iniziando a vederlo emergere di più nella prossima generazione di corridori femminili. È davvero qualcosa che sto lavorando duramente per promuovere, e questo è stato uno dei motivi per cui non volevamo che questa fosse una ricerca di un pilota. Volevamo che questa fosse un'opportunità per aiutare più donne a fare il passo.

Kristen: Quali sono alcuni problemi che stai attualmente cercando di superare?

Pippa: Ogni volta che hai una singola pilota donna, tendi a pensare che rappresenti tutte le donne corridori in un modo che in realtà non facciamo quando si tratta di piloti maschili. Un pilota automobilistico americano fa qualcosa, non veniamo a dire che rappresenta tutti i piloti automobilistici americani.

Quindi è una specie di cosa da cui sto cercando di allontanarmi. Stiamo arrivando al 2020, è ora che iniziamo a trattare le donne da corsa come individui umani, allo stesso modo in cui trattiamo i corridori di sesso maschile.

Kristen: Come chiamare un'altra donna pilota di auto da corsa " la prossima Danica Patrick ".

Immagine: Ali Markus Photography/Lucas Oil School of Racing

Pippa: Lo vedi molto occasionalmente per i corridori maschi, ma hai ragione. Con qualsiasi pilota femminile emergente, è molto più prolifico e in particolare vogliono modellarti su qualcuno che è venuto prima di te. E forse hai o non hai somiglianze con quella persona. Spesso può dipendere molto più dalla tua personalità, da come lavori, da come corri, da cosa fai in pista e non tanto dal tuo genere, ma tendi a raggrupparti.

Kristen: Cosa ne pensi del dramma della Formula 1 con le ragazze della griglia?

Pippa: C'è un detto, specialmente nelle corse, sull'essere abbastanza attenti alle battaglie che scegli di scegliere. E per me, personalmente... È la mia parte preferita delle corse? No. È qualcosa che mi farà smettere di correre domani? No. Per quanto mi riguarda, sono modelli, stanno facendo un lavoro e sono pagati per essere lì. Forse favorisce un'immagine. Non è la mia immagine preferita delle corse, ma mi sento come se avessi pesci più grossi da friggere.

Sono concentrato su come posso aiutare a portare più donne alle corse, attraverso il programma di borse di studio, sia che provengano dalla sporcizia, sia che provengano dal kart, in modo che possiamo ottenere più donne che popolano la scala, fino alla Indy 500 .

Kristen: E come ti sei avvicinato alle corse?

Pippa: Mio padre era un appassionato di corse, quindi sono cresciuta guardando le corse in TV da bambina, giocando con le auto nel corridoio di casa nostra, mio ​​padre mi portava a guardare le corse quando avevo circa otto anni, cosa che probabilmente so è l'età in cui la maggior parte dei bambini inizia a correre, ma non ne avevamo idea. Quando avevo 11 anni, abbiamo cambiato casa. Nuova casa, nuovi amici. Uno dei nuovi amici ha organizzato una festa di compleanno sulla pista di go-kart indoor locale e quello per me è stato l'inizio della fine.

Ho sempre amato le auto. Incoraggiavo sempre mio padre a guidarmi più veloce. Era solo un appassionato di corse. Non abbiamo esperienza nelle corse. Nessuna famiglia nelle corse, nessun amico nelle corse. Non lo sapevamo. Non ne avevamo idea.

Immagine: Ali Markus Photography/Lucas Oil School of Racing

Kristen: Ti sei trasferita negli Stati Uniti nel 2009. Le donne e le ragazze nel kart e nelle corse sono percepite in modo diverso nel Regno Unito?

Pippa: Questa è una domanda davvero interessante. La risposta è sì, ma non è necessariamente la percezione. È più come vieni trattato. Quindi, quando correvo in Europa, c'era ancora questa disapprovazione coerente e di basso livello. "Non appartieni davvero a questo posto, ecc." Ma hai appena imparato a ignorare, elevarti al di sopra, qualunque cosa. Ma ci sarebbero stati momenti in pista in cui corri contro persone e stai cercando di superare qualcuno, in realtà sei in grado di fare una gara pulita con qualcuno. Ti risalterebbe, te ne accorgeresti davvero. Oppure una squadra ti tratterebbe in un certo modo e ti distinguerebbe.

Qui negli Stati Uniti, quando qualcuno mi fa correre davvero sporco in pista, mi colpisce, e ci faccio attenzione, perché per quasi tutti gli altri piloti là fuori, a loro non importa di che sesso sono, o di che colore è il mio casco. A loro importa solo dove metterò la mia macchina in pista e cosa sto facendo con la mia macchina da corsa.

È stata una transizione davvero interessante per me, che è passata dalle persone che mi hanno effettivamente gareggiato in modo pulito, all'essere negli Stati Uniti, con pioniere delle corse femminili, come Janet Guthrie, Lyn St. James, Sarah Fisher, abbiamo citato Danica prima. A causa di tutti quei piloti che sono venuti prima di me, sono solo un altro pilota in pista, e per la mia squadra, sono solo un altro pilota anche per loro. E mi piace essere in grado di inserirmi in quell'atlante lì.

Sarebbe molto difficile per me ora voler tornare indietro e correre nel Regno Unito, o addirittura correre in Europa, sapendo come è cambiato l'atteggiamento quando ero qui negli Stati Uniti, spero che sia migliorato da quando me ne sono andato, ma vedendo i recenti eventi in Europa, non credo che sia così. Quindi sono molto felice di vivere qui, correre qui, e ho vissuto a Indianapolis abbastanza a lungo da definirmi un Hoosier onorario.

Immagine: Jared C. Tilton/Getty Images

L'altra cosa molto interessante sono i diversi atteggiamenti. Ho scoperto che gareggiare in Europa, nove volte su 10, l'unico modo per fare le cose era essere estremamente duri, appuntiti e, francamente, abbastanza aggressivi nei loro confronti. Quello era l'unico modo per arrivare da qualche parte. Quando mi sono trasferito qui per la prima volta, ho avuto difficoltà nella mia prima stagione non solo con l'apprendimento di tutte le nuove piste e il nuovo stile di guida, la nuova macchina e le nuove teorie, eccetera, ma anche con il fatto che ho dovuto cambiare il modo in cui andava in giro a fare le cose.

Perché questo tipo di atteggiamento negli Stati Uniti in realtà non fa altro che ottenere le spalle della gente contro di te. Trovo che tu faccia molto, molto meglio lavorando con persone qui negli Stati Uniti quando parli di cooperazione, collaborazione e l'obiettivo di cercare di lavorare insieme. Anche per me è stata una modifica davvero interessante.

Kristen: Allora qual è l'auto dei tuoi sogni?

Pippa: Beh, ovviamente l'auto da corsa dei miei sogni è un'auto Indy alla 500 Miglia di Indianapolis, seguita da qualsiasi auto da corsa su cui riesco a mettere le mani che abbia il mio nome sopra. E poi per un'auto da strada da sogno, in realtà è molto più difficile di quanto pensi per me essere in grado di rispondere. Attualmente guido una Honda Civic di seconda mano che arriva a 100.000 miglia.

Quindi, penso che la mia auto da strada dei sogni non sarebbe qualcosa di troppo là fuori. Sarebbe bello poter avere solo un'auto davvero bella, moderna e abbastanza costosa che potrei percorrere le lunghe distanze che guido se devo andare al lavoro, in autostrada senza problemi. E non doversi preoccupare dei costi di manutenzione. Sfortunatamente, lavoro con troppi marchi diversi, quindi non voglio mettere un marchio specifico là fuori, perché questo mi metterebbe nei guai con tutti gli altri con cui lavoro!

Kristen: Capiscilo perfettamente. E come ultima domanda, hai qualche consiglio per una giovane pilota donna che sta pensando di intraprendere una carriera nelle corse? Cosa le diresti?

Pippa: Penso che la prima cosa sia che devi essere molto, molto determinato in questo campo, che tu sia maschio o femmina. Devi avere un livello di determinazione per fare questo che va quasi al di là di qualsiasi altra cosa. Ciò è in parte dovuto al fatto che le corse sono uno sport così difficile, perché molto dipende non solo da te come pilota, ma anche dall'auto che guidi, dall'attrezzatura che hai e dai fondi che sei in grado di mettere in campo. Ci sono così tanti ostacoli e ostacoli da superare.

Il secondo consiglio che darei è di essere davvero intelligente con le persone di cui ti stai circondando. Penso che sia molto facile come pilota, maschio o femmina che sia, circondarsi solo di persone che vogliono solo costruirti e raccontarti solo le cose buone e vogliono solo creare clamore intorno a te per i risultati che hai.

Immagine: Chris Graythen/Getty Images

Come pilota donna, quando hai una giornata difficile in pista, tendi a ricevere così tante critiche rispetto a un pilota maschio che ha lo stesso tipo di giornata. Quando hai una buona giornata, se lasci che le cose se ne vadano, puoi fingere che la tua buona giornata sia stata molto migliore di quanto non fosse in realtà.

Direi che circondati di persone che sono veramente oneste con te e ti tengono con i piedi per terra, e questa è la cosa più importante. Se hai una buona giornata, puoi festeggiare che le cose sono andate bene. Ma questo non significa che tu sia la reincarnazione femminile di Mario Andretti. Significa che abbiamo avuto una buona giornata e le cose stanno migliorando. Se hai un buon atteggiamento e rimani con i piedi per terra, le persone tendono ad essere molto più comprensive quando hai i giorni difficili là fuori in pista.

Infine, non aver paura di provare a connetterti con altre donne. Cerca le risorse che sono là fuori. Che si tratti di corridori donne come me che potrebbero essere più avanti nella linea, sia che si tratti di corridori donne della tua stessa età, che corrono con te là fuori. Non considerare le altre tue concorrenti femminili come la tua principale competizione. Considera tutti i tuoi avversari e prova a creare alleati. Sollevatevi l'un l'altro. Supportatevi a vicenda, e come un intero gruppo, così facendo, penso che diventeremo più forti.

Scopri di più su Mann, la Lucas Oil School of Racing e la borsa di studio Pippa Mann qui .

Suggested posts

Stiamo prendendo una Cadillac ATS-V da Austin a Indianapolis, cosa dovremmo fare?

Stiamo prendendo una Cadillac ATS-V da Austin a Indianapolis, cosa dovremmo fare?

Il weekend più importante delle corse americane è quasi alle porte e, come al solito, Jalopnik sta inviando una squadra di miscredenti e strani per coprire la gara. Uno di loro è il fotografo e collaboratore Kurt Bradley, le cui foto piene di fumo hanno spesso abbellito le nostre pagine Internet.

Commento del giorno: The Purse Space Edition

Commento del giorno: The Purse Space Edition

Credito immagine: Lexus Il marketing delle auto di genere super è stupido e stupido, come abbiamo visto oggi con Cosmopolitan e Seat. Qualcosa che le ragazze vogliono solo divertirsi e tutto il resto.

Related posts

A $ 8.500, questa Mercedes C55 AMG del 2005 potrebbe vincere per un naso?

A $ 8.500, questa Mercedes C55 AMG del 2005 potrebbe vincere per un naso?

L'idea di un'auto hot rod è quella di inserire più motore in un corpo il più piccolo e leggero possibile, un concetto per il quale il Nice Price o No Dice C55 AMG di oggi è un perfetto esempio. Vediamo se vale la pena smontare il portafoglio per comprare.

Bubba Wallace diventa il secondo pilota nero a vincere nella NASCAR Cup Series a Talladega sotto la pioggia

Bubba Wallace diventa il secondo pilota nero a vincere nella NASCAR Cup Series a Talladega sotto la pioggia

Due giorni di piogge intermittenti hanno finalmente posto fine alla gara autunnale della NASCAR al Talladega Superspeedway e con essa ci hanno regalato il secondo vincitore Black della Cup Series in Bubba Wallace del 23XI. La gara di Talladega è stata ritardata da domenica pomeriggio a lunedì a causa della pioggia, ma questo non ha impedito alle nuvole di aprirsi e di far emergere una manciata di bandiere rosse che hanno scandito la gara.

Immagino che tu debba ammirare essere così ottimista riguardo al cestinare un plaid Tesla Model S in una giornata in pista

Immagino che tu debba ammirare essere così ottimista riguardo al cestinare un plaid Tesla Model S in una giornata in pista

Devo ammettere che, qualunque siano i miei problemi e gli scontri sono stati con la Confederazione della Grande Adoratrice Online di Tesla, non si può dire che non ci sia un certo fascino nell'avere qualcosa nella tua vita che semplicemente non può sbagliare, e Tesla sembra certamente fornirlo a molte persone. Questo è l'unico modo in cui posso spiegare questa risposta deliziosamente ottimista a un'auto quasi nuova di zecca da 130.000 dollari trasformata in un mucchio mutilato coperto di segni di sbandata.

A $ 9.995, questa Jaguar XJ-S V12 del 1990 è il miagolio del gatto?

A $ 9.995, questa Jaguar XJ-S V12 del 1990 è il miagolio del gatto?

La linea del tetto ad arco rampante dell'attuale Nice Price o No Dice XJ-S è l'elemento di design più iconico del modello. Vediamo se questo, e l'auto liscia come il motore V12 di seta può sostenere la logica per il suo prezzo richiesto.

MORE COOL STUFF

I fan di "Ballando con le stelle" adorano i giudici dello spettacolo, Tyra Banks, presentatrice dell'arrosto

I fan di "Ballando con le stelle" adorano i giudici dello spettacolo, Tyra Banks, presentatrice dell'arrosto

Gli spettatori di "Ballando con le stelle" non si sono scaldati per mostrare la conduttrice Tyra Banks. È stata arrostita nella sezione commenti di un post di apprezzamento.

La star di "No Time To Die" Daniel Craig si rammarica per questo commento "ingrato" sull'interpretazione di James Bond

La star di "No Time To Die" Daniel Craig si rammarica per questo commento "ingrato" sull'interpretazione di James Bond

Dopo aver girato 'Spectre', Daniel Craig ha detto alcune cose brutte sul fatto di aver mai interpretato di nuovo James Bond. La star di "No Time To Die" ora se ne pente.

'Nine Perfect Strangers': cosa c'era in Carmel's Eye?

'Nine Perfect Strangers': cosa c'era in Carmel's Eye?

La trama di Carmel in "Nine Perfect Strangers" ha preso una piega scioccante. Ma una cosa che gli spettatori si sono chiesti è il suo occhio.

I fan delle "Regole Vanderpump" noteranno che manca qualcosa nei nuovi piani di ristorazione di TomTom

I fan delle "Regole Vanderpump" noteranno che manca qualcosa nei nuovi piani di ristorazione di TomTom

Le star di "Vanderpump Rules" Tom Sandoval e Tom Scwartz stanno aprendo un nuovo ristorante, ma i loro nuovi piani sembrano tralasciare qualcosa.

La prima TAC è stata 50 anni fa, cambiando la medicina per sempre

La prima TAC è stata 50 anni fa, cambiando la medicina per sempre

La prima TAC ha permesso ai medici di vedere all'interno del cranio di una donna e confermare la sua massa cerebrale cistica. Quello scanner? È stato sviluppato da un eccentrico ingegnere che ha lavorato presso la casa discografica dei Beatles.

Come cambiare il tuo nome su Facebook

Come cambiare il tuo nome su Facebook

Vuoi cambiare il tuo nome su Facebook? È facile da fare in pochi semplici passaggi.

7.000 passi sono i nuovi 10.000 passi

7.000 passi sono i nuovi 10.000 passi

Se non riesci sempre a raggiungere l'obiettivo giornaliero arbitrario di 10.000 passi, abbiamo buone notizie. Anche la tua salute può trarne beneficio se fai meno passi.

Perché non puoi pompare il tuo gas nel New Jersey?

Perché non puoi pompare il tuo gas nel New Jersey?

Il Garden State è l'unico stato negli Stati Uniti in cui è illegale pompare il proprio gas. Cosa dà?

Shameless: Emma Kenney afferma che il set è diventato un "posto più positivo" dopo l'uscita di Emmy Rossum

Shameless: Emma Kenney afferma che il set è diventato un "posto più positivo" dopo l'uscita di Emmy Rossum

L'ex spudorata Emma Kenney ha parlato della sua esperienza di lavoro con Emmy Rossum nella serie Showtime.

Hamilton Star Javier Muñoz sull'essere immunocompromessi nella pandemia: "Ero letteralmente nel terrore"

Hamilton Star Javier Muñoz sull'essere immunocompromessi nella pandemia: "Ero letteralmente nel terrore"

"Non c'era nessuna possibilità da cogliere", dice a PERSONE Javier Muñoz, sieropositivo e sopravvissuto al cancro.

Rachael Ray dice di essere grata di "essere viva" dopo l'incendio in casa e l'inondazione dell'appartamento

Rachael Ray dice di essere grata di "essere viva" dopo l'incendio in casa e l'inondazione dell'appartamento

"Così tante persone mi hanno scritto e mi hanno contattato dicendo che anche noi abbiamo perso così tanto", ha detto Rachael Ray su Extra.

Freida Pinto incinta condivide le foto del suo "dolce" baby shower: "Mi sento così benedetta e fortunata"

Freida Pinto incinta condivide le foto del suo "dolce" baby shower: "Mi sento così benedetta e fortunata"

Freida Pinto, che aspetta il suo primo figlio dal fidanzato Cory Tran, ha festeggiato il suo piccolo lungo la strada con un baby shower all'aperto.

Le conferenze sono il futuro del lavoro?

Cinque cose che i leader aziendali possono imparare dai curatori di conferenze.

Le conferenze sono il futuro del lavoro?

In questa era digitale, partecipare a conferenze nel mondo reale è una gradita deviazione dalle ore in ufficio e un'opportunità sia di networking che di crescita professionale. Mentre le conferenze sembrano stimolarci in un modo in cui il luogo di lavoro quotidiano non lo fa, per molti versi sono anche vivaci e grandi spazi di co-working.

Il Fiscal Conservative Social Liberal è una creatura rara M̶y̶t̶h̶i̶c̶a̶l̶.

Il Fiscal Conservative Social Liberal è una creatura rara M̶y̶t̶h̶i̶c̶a̶l̶.

Quando William Watson del Financial Post ha scritto questa descrizione della frase composta "conservatore fiscale, liberale sociale", mi sono trovato faccia a faccia con uno dei miei vizi conquistati. È il liberalismo sociale combinato con il conservatorismo fiscale: l'idea che il governo dovrebbe lasciare che le persone gestiscano la propria vita personale, ma dovrebbe anche essere modesto nell'intervenire negli aspetti economici della loro vita e quindi non dovrebbe regolamentare, spendere, tassare o prendere in prestito eccessivamente.

Introduzione alla struttura di Coroutine di Android Studio

Usiamo molte applicazioni mobili nella nostra vita quotidiana. Valutiamo le applicazioni che utilizziamo da diverse prospettive.

D3T3CT a PRoT3CT — Dridex Malware

D3T3CT a PRoT3CT — Dridex Malware

tl;dr ⏳ Questo articolo esamina il malware dridex con l'obiettivo di dargli la caccia! Per questo facciamo il contrario per quanto possibile in modo da conoscere alcune sezioni della #killchain mentre il malware attraversa insieme ai suoi IOC & IOA e infine creare logiche di rilevamento che siano in linea con il nostro obiettivo. Rex Dridex🐛 Dridex è un trojan/malware bancario comunemente distribuito tramite campagne di spam tramite e-mail di phishing contenenti documenti #Excel dannosi.

Language