8 luoghi in cui il rover Curiosity ha lasciato i buchi su Marte

Ogni volta che il Curiosity Rover perfora Marte, crea un bellissimo buco delle dimensioni di una monetina e un mucchio di roccia in polvere che aspetta solo di essere analizzato. Ecco perché questi fori sono così importanti e tutta la tecnologia che li rende possibili.

Il trapano sul rover Mars Curiosity funziona come un martello e uno scalpello . Il martello ha sei livelli di intensità da colpi leggeri a colpi vigorosi, il tutto a 30 volte al secondo. Il trapano produce fori leggermente più piccoli di un centesimo americano: 1,6 centimetri (0,63 pollici) di diametro e 6,4 centimetri (2,5 pollici) di profondità.

La famigerata punta di trapano di Curiosity si scatena su Marte, perforando il pianeta rosso. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / LANL / CNES / IRAP / LPGNantes / CNRS

Perforazione di rocce sulla Terra durante lo sviluppo e il test sulla durata della punta di perforazione nel 2007. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech

Gli otto fori principali praticati su Marte hanno alcune somiglianze: quasi tutti sono preceduti da un foro di prova meno profondo, condividono la geometria del foro di diametro e profondità e sono tutti circondati da un mucchio di polvere di roccia. Questa polvere, i residui del buco, non sono rifiuti. Invece, la roccia in polvere offre informazioni sulla composizione chimica del sottosuolo consentendo a Curiosity di raccogliere un campione per il test diretto.

Uno schermo a maglie attraverso l'imbuto nel CheMin filtra tutti i campioni di diametro superiore a 1 millimetro. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Le scanalature sulla punta di perforazione estraggono la roccia in polvere dal foro in modo che possa essere inserita nella suite SAM ( Sample Analysis at Mars ) per l'analisi chimica. Il pacchetto dello strumento include un gascromatografo, uno spettrometro di massa e uno spettrometro laser. Funzionano in combinazione con lo strumento Chemistry and Camera (ChemCam) e lo strumento Chemistry and Mineralogy (CheMin) in grado di eseguire analisi minerali da una distanza maggiore.

La torretta del braccio robotico di Curiosity contiene cinque strumenti: il trapano a percussione (a sinistra), un pennello per rimuovere la polvere (più vicino alla fotocamera), una fotocamera con obiettivo manuale (a destra), uno spettrometro a raggi X (non visibile) e la paletta e setacci (centro). Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Ma anche senza fantasiose apparecchiature analitiche, anche solo guardare gli sterili è sufficiente per avere un'idea della varietà di rocce presenti su Marte.

Frammenti rifiutati troppo grandi per l'analisi. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

La maggior parte delle volte gli sterili sono sfumature di grigio, a volte con sfumature verdi o addirittura blu acciaio, mentre molto raramente condividono lo stesso rosso ruggine della polvere superficiale. Gli sterili possono essere grani fini di polvere versata o talvolta formano grumi quasi argillosi.

John Klein su Sol 176 ha fotografato da circa 10 centimetri (4 pollici) di distanza, coprendo un campo visivo di 7,7 centimetri (3 pollici) di larghezza. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il 2 febbraio 2013, il rover Curiosity ha utilizzato solo l'azione percussiva del trapano senza rotazione rotante su un pezzo di pietra fangosa piatta chiamato John Klein. Il test di verifica della perforazione su roccia si è svolto su Sol 176, il 176 ° giorno lavorativo marziano per il rover Curiosity. Il suo scopo era testare il funzionamento del trapano solo su roccia. Il divot grigio si estende per 1,7 centimetri (0,66 pollici) di larghezza: tutto sembrava fantastico.

La roccia è stata chiamata in memoria di un vicedirettore del progetto del Mars Science Laboratory, morto nel 2011.

John Klein su Sol 180. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Dopo un po 'di confusione, i test di funzionalità del trapano sono continuati su Sol 180 (6 febbraio 2013. Il mini test di trapano ha utilizzato sia l'azione percussiva che rotativa per creare un foro molto superficiale profondo solo 2 centimetri (0,8 pollici) circondato da polvere di roccia Questo test ha permesso ai ricercatori di caratterizzare gli sterili di perforazione - la polvere di roccia generata come scarto dal processo di perforazione - e determinare se gli sterili erano adeguatamente polvere secca appropriata per l'alimentazione nella suite di campionamento.

Primo foro di campionamento a sinistra di una mini buca di prova presso John Klein su Sol 182. Il foro di prova è profondo 2 centimetri; l'intero foro di perforazione è profondo 6,4 centimetri. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

La prima volta che Curiosity ha usato il suo trapano per una vera scienza reale è stata quella di perforare un foro di campionamento completo sul Sol 182 (8 febbraio 2013) in una roccia piatta chiamata John Klein. John Klein fa parte del mudstone di Sheepbed, un affioramento nella zona di Yellowknife Bay del Gale Crater. I ricercatori pensano che Sheepbed faccia parte di un antico lago dell'era noachiana della storia marziana. La roccia teoricamente si è formata in un ambiente umido caratterizzato da pH neutro e bassa salinità. Pensano che l'ambiente avrebbe un'ossidazione e una riduzione variabili dei minerali contenenti ferro e zolfo, occasionalmente rosso ruggine (ossidato) o grigio verdastro (ridotto).

I primi residui di trivellazione raccolti su Marte su Sol 193. Per la scala, lo scoop è largo 4,5 centimetri (1,8 pollici). Il residuo rosso proviene dal campione di terreno Rocknest di polvere e sabbia portate dal vento. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

La caratteristica più immediatamente evidente riflette questa variabilità: l'interno del foro e la polvere di roccia estratta sono di un grigio verdastro in netto contrasto con la superficie circostante rosso ruggine.

Residui rocciosi, campioni setacciati e frammenti più grandi scartati su Sol 229. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Gli sterili di roccia vengono elaborati e inviati alla suite analitica dallo strumento CHIMRA (Collection and Handling for In-situ Martian Rock Analysis), che setaccia il campione per rimuovere particelle più grandi di 0,015 centimetri. Gli strumenti richiedono solo un minuscolo volume totale di roccia per l'analisi: John Klein ha consegnato solo un volume equivalente alla metà di una compressa di aspirina.

La protezione antivento a forma di C proteggeva l'apertura del tubo di mandata di CHIMRA mentre il fiume consegnava campioni di roccia in polvere alla suite di analisi sul Sol 195. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

L'analisi ha confermato la risposta iniziale quasi intuitiva a questo mini-mistero di diversi colori: la roccia contiene minerali di ferro che si ossidano in superficie e non sono ancora ossidati nel sottosuolo. Ciò è eccitante in parte perché i campioni meno ossidati hanno maggiori probabilità di preservare i composti organici se fossero presenti in primo luogo.

Ora la polvere di roccia è esposta alla sottile atmosfera marziana, il ferro arrugginirà lentamente fino a diventare rosso nel tempo.

John Klein su Sol 270 con ustioni laser ChemCam. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Spiando nel buco, l'interno della roccia è costituito da granelli di fango molto uniformi e fini in strati piatti, tutti tagliati da una rete irregolare di fratture dell'attaccatura dei capelli piene di solfato. Le fosse sospettosamente verticali sono segni di bruciatura dello strumento Chemistry and Camera (ChemCam) che spara laser nel foro per determinare la composizione chimica.

Dieci punti laser zap dalla ChemCam a John Klein su Sol 183. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / LANL / IRAP / CNES / LPGNantes / IAS / C

La ChemCam ha anche eseguito una serie di campionamenti negli scarichi di trivellazione su Sol 183. Questi zap hanno fornito spettri che i ricercatori hanno interpretato per determinare la composizione della polvere di roccia estratta dal foro di trivellazione.

Rover-selfie da John Klein. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Cumberland su Sol 279. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Per confermare i risultati di John Klein, Curiosity si è spostato sulla vicina roccia del Cumberland. A soli 2,75 metri (9 piedi) dal primo bersaglio del trapano, le due rocce hanno un aspetto simile, quindi i ricercatori speravano che avrebbero prodotto risultati analitici simili.

Cumberland prima e dopo la perforazione su Sols 275 e 279. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il rover Curiosity ha creato una foto-coppia prima e dopo per la sua avventura di perforazione a Cumberland Rock. La prima immagine è stata scattata a Sol 275 (15 maggio 2013) prima che avessero luogo i preparativi; la seconda immagine è da Sol 279 (19 maggio 2013), subito dopo la perforazione.

Quando si selezionano gli obiettivi di perforazione, i ricercatori puntano il trapano del rover lontano da eventuali ciottoli cattivi. Per prima cosa il rover appoggia i suoi due poli stabilizzatori, poi i ricercatori controllano e confermano che sia installato nel posto giusto.

Configurazione pre-perforazione a Cumberland su Sol 279. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

In un modello stabilito rapidamente, la ChemCam ha fatto saltare il suo laser negli sterili grigi per controllare la composizione della roccia.

Foro Cumberland con pozzi laser ChemCam su Sol 281. Immagine di credito: NASA / JPL-Caltech / MSSS

I campioni di roccia del Cumberland contenevano una percentuale maggiore di clorobenzene rispetto a John Klein o Confidence Hills (o al target del suolo Rocknest). Ciò potrebbe essere dovuto al fatto che le sostanze chimiche organiche hanno reagito con i perclorati durante il riscaldamento del campione per l'analisi, lasciando indeterminate le sostanze chimiche di partenza.

Windjana su Sol 615. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il rover Curiosity ha realizzato un mini foro sul Sol 615 (29 aprile 2014) per valutare un pezzo di arenaria chiamato Windjana. Il buco poco profondo ha dato alla squadra una sbirciatina all'interno della roccia bersaglio e dei potenziali residui per determinare se fossero adatti per un foro di perforazione a tutta profondità.

Windjana su Sol 262. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Curiosity ha praticato un foro nell'arenaria di Windjana su Sol 621 (5 maggio 2014).

Mosaico rover-selfie assemblato da fotogrammi presi su Sol 613 e Sol 627. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

L'arenaria di Windjana si trova all'interno del Kimberley, un insieme di strati di arenaria con resistenza variabile agli agenti atmosferici. È l'unione intermedia tra le aree più bruscamente erose dal vento in uno dei talloni su un lato o in rocce di deposizione inferiore segnate con striature sull'altro.

Windjana di notte su Sol 628, illuminata da diodi luminosi per ridurre le ombre. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il buco è stato fotografato anche di notte, illuminato da diodi emettitori di luce sul rover. Questa illuminazione controllata riduce le ombre della luce solare, consentendo uno sguardo più controllato nel foro.

Foro a tutta profondità e foro di prova poco profondo parzialmente riempito a Windjana su Sol 609. A destra dei fori ci sono macchie più piccole e meno rosse di Stephen (in alto) e Neil (in basso) dove ChemCam ha eseguito lo zapping laser sulla superficie. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech

La roccia prende il nome dalla gola di Windjana nell'Australia occidentale.

Scarico dei resti del materiale campione Windjana. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS / Emily Lakdawalla

Bonanza King su Sol 724. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech

Bonanza King è una roccia lungo il confine del Monte Sharp . Il rover Curiosity ha testato se Bonanza King fosse un buon posto per esercitarsi sul Sol 724 (19 agosto 2014), cercando di ottenere un primo assaggio della formazione Murray.

Sotto un rivestimento superficiale di polvere rosso ruggine, la roccia è in realtà di un grigio verdastro . Le vene di colore chiaro che attraversano la roccia sono probabilmente riempite con sali di solfato o altri minerali precipitati. Queste caratteristiche sono simili alle vene osservate nelle pietre fangose ​​nella baia di Yellowknife.

Bonanza King ha spolverato pulito in preparazione del mini trapano di prova. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

La roccia si è mossa mentre veniva picchiata dal martello per creare un foro di avviamento durante la mini prova di perforazione. Questa instabilità ha innescato una routine di protezione del software, interrompendo la procedura. Gli umani che hanno controllato i risultati in seguito hanno concordato, contrassegnando la roccia come troppo instabile per un trapano di raccolta del campione completo.

La vibrazione della perforazione ha provocato l'accumulo di sabbia sulla roccia e la rimozione delle vene della roccia. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Confidence Hills su Sol 756. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il rover Curiosity ha fatto il suo secondo tentativo di ottenere un primo assaggio delle rocce del Monte Sharp scivolando su una bella serie di rocce piatte chiamate Confidence Hills. Il trapano campione iniziale era deliziosamente stabile, producendo un mucchio ordinato di sterili che non erano rossi ossidati per una volta.

Confidence Hills a Pahrump Hills su Sol 759. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il rover ha perforato Confidence Hills il 24 settembre 2014 , il suo 759 ° giorno lavorativo marziano. Confidence Hills è il primo obiettivo all'interno dell'affioramento di Pahrump Hills, l'obiettivo della missione estesa del rover.

Un campione di roccia in polvere estratta dagli sterili a Confidence Hills. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Le Pahrump Hills sono lo strato inferiore (o basale) del Monte Sharp, quindi secondo il Principio di Sovrapposizione (aka, "Le cose vecchie sono in fondo e quelle giovani sono in cima."), È anche lo strato più antico. Il team di ricerca ha scelto questa formazione come obiettivo di perforazione per testare l'ipotesi che l'enorme montagna sia iniziata come sedimenti depositati in laghi che si sono riempiti e si sono asciugati su scale temporali geologiche.

Confidence Hills su Sol 759. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Lo strumento Chimica e Mineralogia (CheMin) raccoglie gli sterili rocciosi per creare un modello di diffrazione dei raggi X che consente ai ricercatori di determinare la composizione chimica del campione. Il rapporto tra i minerali di ossido di ferro magnetite ed ematite fornisce informazioni sull'antico ambiente di formazione della roccia. La proporzione più alta di ematite a Confidence Hills rispetto a Cumberland indica che la roccia di Confidence Hills si è formata in condizioni più ossidanti.

Schemi di diffrazione dei raggi X dall'analisi delle rocce nelle località di Cumberland e Confidence Hills. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech

La scoperta dell'ematite a Confidence Hills ha anche segnato la prima volta che il rover Curiosity ha rilevato a terra un minerale precedentemente identificato solo tramite rilevamento remoto dall'orbita .

Confidence Hills on Sols 755, 756 e 759. Immagine di credito: NASA / JPL-Caltech / MSSS / Chris Simundson

Mojave su Sol 867. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Le rocce del Mojave si trovano all'interno della porzione di Pink Cliffs delle Pahrump Hills alla base del Monte Sharp. Questa particolare posizione è stata scelta per la perforazione a causa dell'abbondanza di caratteristiche minuscole e sottili che assomigliano a chicchi di riso. Il team di ricerca voleva sapere se si trattava di cristalli evaporati come il sale, che si sono formati come un lago salmastro evaporato.

Il team ha realizzato un buco poco profondo eseguendo un mini trapano sulla roccia del Mojave per decidere se valeva la pena praticare un buco completo. Forato su Sol 867 (13 gennaio 2015), anche questo buco poco profondo ha rotto la roccia e ha spostato pezzi. Sebbene non siano particolarmente adatte per la perforazione, le esposizioni fresche sono una rara opportunità per osservare superfici intatte e non ossidate.

Mojave 2 nelle Pahrump Hills su Sol. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Dopo che la posizione di perforazione iniziale si è rotta durante un mini test di perforazione, il team di ricerca ha scelto una posizione vicina con gli stessi cristalli dalla forma strana: Mojave 2. Il rover ha perforato il foro a tutta profondità sul Sol 884 (31 gennaio 2015).

È stato il primo foro praticato con una nuova tecnica di percussioni inferiori, riducendo la quantità di energia che viene impressa nella roccia. È stato sviluppato specificamente per affrontare le rocce fragili e finemente stratificate lungo la base del Monte Sharp. Il nuovo algoritmo ha martellato il foro fino alla massima profondità in soli dieci minuti, rispettando i due livelli di intensità più bassi.

Sbirciando nel foro di trivellazione al Mojave 2. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il secondo foro di trivellazione dal Monte Sharp ha rivelato roccia che era più acida del primo sapore della montagna, rivelando rocce stratificate alterate da acqua scomparsa da tempo. La roccia polverizzata contiene jarosite, un minerale ossidato con ferro e zolfo; si forma in ambienti acidi ma non è immediatamente evidente se ciò riflette un ambiente di formazione acquoso, o un afflusso di acqua che inzuppa le rocce qualche tempo dopo.

Telegraph Peak nelle Pahrump Hills su Sol 908. Immagine di credito: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il rover ha perforato lo strato basale del Monte Sharp al Telegraph Peak il 24 febbraio 2015, la sua 908a giornata lavorativa marziana. Il Telegraph Peak è il terzo obiettivo all'interno dell'affioramento di Pahrump Hills e il primo foro di perforazione a tutta profondità creato senza un test preliminare di mini perforazione superficiale .

Scaricare il materiale campione in eccesso del Telegraph Peak su Sol 952. Immagine di credito: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Mentre quasi ovunque a Pahrump Hills hanno livelli relativamente alti di silicio rispetto all'alluminio e al magnesio, la roccia del Telegraph Peak ha una polarizzazione ancora più sproporzionata rispetto al silicio. Questo potrebbe essere indicativo di una certa quantità di lisciviazione acida delle rocce.

Telegraph Peak su Sol 908. NASA / JPL-Caltech / MSSS

Buckskin su Sol 1059. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

La roccia di pelle di daino nell'affioramento del Leone è un luogo stranamente ad alto contenuto di silice, quindi ovviamente Curiosity ha dovuto dargli una leggera occhiata per vedere se sarebbe stato un buon punto di perforazione. Il mini trapano sul Sol 1059 è stato fantastico, quindi il rover è andato bene per un buco profondo a tutta profondità il giorno successivo.

Buckskin su Sol 1060. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Quando il rover Curiosity ha rilevato livelli insolitamente alti di silice e idrogeno, il rover ha perforato un buco in Buckskin su Sol 1060 (30 luglio 2015). La roccia si trova nell'affioramento del Leone vicino al Passo Marias, sulle pendici inferiori del Monte Sharp.

Rover-selfie alla roccia di Buckskin a Marias Pass compilato da fotogrammi presi su Sol 1065. Per la scala, le ruote del rover hanno un diametro di 50 centimetri e il foro di trivellazione ha un diametro di 1,6 centimetri. Il rover è rivolto a nord-est su una collina di 6 metri, con il Monte Sharp dietro il rover e il bordo settentrionale del cratere Gale sullo sfondo. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Le due chiazze di residui di trivellazione provengono dal foro di trivellazione (più lontano dal rover), e dove il rover ha scaricato frammenti di campione più grossolani che non entravano nel setaccio durante l'analisi (più vicino al rover). Gli sterili si sono versati in discesa durante la perforazione, creando un mucchio triangolare.

Scaricamento del materiale campione in eccesso su Sol 1064. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Il rover ha perforato il buco e ha prelevato il campione poco prima del suo anniversario di atterraggio; non ha avuto difetti di cortocircuito come aveva fatto a intermittenza all'inizio del 2015.

Blue Sky on Sol 1119. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Curiosity recentemente si è messa in fila davanti a un grande dondolo piatto chiamato Blue Sky. Il team scientifico spera che questa sia una bella roccia normale , un punto di confronto per tutte le alterazioni interessanti e strane che hanno trovato nelle vicinanze.

Big Sky su Sol 1119. Credito immagine: NASA / JPL-Caltech / MSSS

Dopo essersi sistemato di fronte a una grande roccia piatta e averla spazzata via , Curiosity ha frantumato il buco più recente nel pianeta il 30 settembre 2015 . Cosa impareremo da Big Sky? Non ne ho idea, ma è destinato ad essere almeno un po 'diverso da qualsiasi altro posto in cui abbiamo guardato.

Contatta l'autore a [email protected] o seguila su @MikaMcKinnon .

Suggested posts

Enormi incendi boschivi potrebbero raffreddare la Terra

Enormi incendi boschivi potrebbero raffreddare la Terra

Aspetta cosa? Un incendio boschivo potrebbe non sembrare un ottimo modo per rinfrescarsi, ma il clima della Terra è una bestia complicata. Si scopre che alcuni degli incendi più feroci del mondo stanno effettivamente abbassando le temperature del nostro pianeta.

L'Ufficio federale delle prigioni vuole un sistema anti-drone

L'Ufficio federale delle prigioni vuole un sistema anti-drone

Le carceri hanno un problema ben documentato con i detenuti che usano piccoli droni quadrirotori per intrufolarsi di contrabbando. Dato che il distacco di guardie con birdshot n. 8 non sembra aver funzionato, il Federal Bureau of Prisons sta ora cercando una soluzione meno redneck.

Related posts

Nel trailer esteso per la prossima stagione di Agents of SHIELD, Mack diventa ancora più esperto di genere

Nel trailer esteso per la prossima stagione di Agents of SHIELD, Mack diventa ancora più esperto di genere

Il nostro ultimo sguardo alla quinta stagione di Agents of SHIELD è molto simile alla prima, in quanto è un delizioso gioco pieno di battute nello spazio. Ma ci dà anche alcuni accenni intriganti su cosa c'è in serbo per Coulson e la troupe.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki risulta positivo al Covid-19

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki risulta positivo al Covid-19

La segretaria stampa della Casa Bianca Jen Psaki è risultata positiva al covid-19, secondo una dichiarazione rilasciata domenica sera sul suo account Twitter ufficiale. Psaki è vaccinato contro il coronavirus e, secondo quanto riferito, manifesta solo sintomi lievi.

Cosa sta imparando la scienza dalle caramelle ricoperte di cioccolato

Cosa sta imparando la scienza dalle caramelle ricoperte di cioccolato

Con una ricerca che ti farà desiderare di aver studiato un po' di più durante le lezioni di scienze del liceo, gli ingegneri del MIT hanno rivelato alcuni esperimenti dall'aspetto delizioso. L'ultimo gruppo di ricerche del MIT spera di prevedere meglio quanto sarà spesso il guscio prodotto da un rivestimento liquido.

Compra questa casa da Harry Potter per maltrattare tuo nipote in

Compra questa casa da Harry Potter per maltrattare tuo nipote in

Sì, la casa che ha sostituito la casa dei Dursley (notoriamente situata a Four Privet Drive) nei film di Harry Potter è in vendita. In realtà è a Bracknell, nel Berkshire nel Regno Unito, ha tre camere da letto (inclusa una master suite) e, oh sì, costa 475.000 sterline.

MORE COOL STUFF

Mike Krzyzewski, allenatore di basket dei Duke Blue Devils, è sposato?

Mike Krzyzewski, allenatore di basket dei Duke Blue Devils, è sposato?

Il ritiro di Mike Krzyzewski dal basket Duke alla fine della stagione in corso gli darà più tempo con sua moglie e la sua famiglia.

Quanto è alto Nicholas Braun di "Succession"?

Quanto è alto Nicholas Braun di "Succession"?

I fan di "Succession" non possono fare a meno di notare l'altezza insolitamente alta di Greg aka Nicholas Braun. Torreggia davvero sopra i suoi membri del cast?

Contorni del Ringraziamento di Ree Drummond "The Pioneer Woman" per le festività natalizie 2021

Contorni del Ringraziamento di Ree Drummond "The Pioneer Woman" per le festività natalizie 2021

La Pioneer Woman Ree Drummond è qui per prepararti per il Ringraziamento. Ecco alcuni dei suoi migliori contorni.

'90 Day Fiancé': aggiornamento sullo stato della relazione di Mike Youngquist mentre la moglie separata Natalie flirta in 'The Single Life'

'90 Day Fiancé': aggiornamento sullo stato della relazione di Mike Youngquist mentre la moglie separata Natalie flirta in 'The Single Life'

Natalie è in '90 Day: The Single Life', ma cosa sta facendo Mike Youngquist? Ecco cosa sappiamo dello stato attuale della relazione di Mike.

Prova il nostro mini cruciverba

Prova il nostro mini cruciverba

Aggiornato settimanalmente, il nostro mini cruciverba combina le nostre letture HowStuffWorks preferite con indizi intelligenti!

Quale funziona meglio: cialde per bucato, detersivi in ​​polvere o liquidi?

Quale funziona meglio: cialde per bucato, detersivi in ​​polvere o liquidi?

Fare il bucato è già abbastanza brutto senza doversi preoccupare di scegliere il detersivo giusto. Quindi qual è il migliore? O ha anche importanza?

La vera storia del popolo blu del Kentucky

La vera storia del popolo blu del Kentucky

Le famiglie Fugates e Combs nel Kentucky rurale hanno perso la lotteria genetica, condividendo entrambe un raro tratto recessivo che ha reso la loro pelle blu quando si sono sposati. Qual è stata la causa di ciò? E cosa è successo alle famiglie?

La "nascita vergine" del condor californiano potrebbe salvare la specie?

La "nascita vergine" del condor californiano potrebbe salvare la specie?

Due pulcini maschi senza padre vengono allevati in un programma per salvare il condor della California dall'estinzione. Come sono possibili tali nascite "vergini"?

La figlia Kulture di Cardi B e Offset mostra bellissime nuove trecce su Instagram

La figlia Kulture di Cardi B e Offset mostra bellissime nuove trecce su Instagram

La figlia di 3 anni di Cardi B e Offset, Kulture, ha mostrato la sua nuova acconciatura intrecciata su Instagram.

Selena Gomez dà a Cara Delevingne un bacio sulla guancia per Kiss Cam al Knicks Game

Selena Gomez dà a Cara Delevingne un bacio sulla guancia per Kiss Cam al Knicks Game

"È così divertente ed è estremamente avventurosa", ha detto in precedenza Selena Gomez dell'amica Cara Delevingne

Madonna beve Gin dalla bottiglia nella sua palestra: "L'allenamento di oggi"

Madonna beve Gin dalla bottiglia nella sua palestra: "L'allenamento di oggi"

La cantante ha deciso di cambiare la sua routine di fitness giovedì

Jamie Dornan dice di aver perso il ruolo di Superman con Henry Cavill e si è avvicinato alla Marvel per un ruolo da supereroe

Jamie Dornan dice di aver perso il ruolo di Superman con Henry Cavill e si è avvicinato alla Marvel per un ruolo da supereroe

Jamie Dornan ha rivelato di aver fatto il provino per il ruolo di Superman ma ha perso contro Henry Cavill; e ha parlato con la Marvel dell'adesione all'MCU.

Sono bianco all'esterno, ma nero in tutto e per tutto.

Sono bianco all'esterno, ma nero in tutto e per tutto.

Gli "oreo" sono quelli che la mia famiglia chiamava i neri che tradivano il colore della loro pelle. Erano quelli che potevano sembrare neri all'esterno ma le cui azioni mostravano che erano bianchi all'interno.

Il devastante bombardamento alleato di Dresda durante la seconda guerra mondiale

La polemica storica continua ancora

Il devastante bombardamento alleato di Dresda durante la seconda guerra mondiale

Il bombardamento alleato di Dresda del 13-15 febbraio 1945 Il 13 febbraio 1945, 245 bombardieri Lancaster quadrimotori del Gruppo №5 della Royal Air Force (RAF) decollarono dall'Inghilterra. Il loro obiettivo era la storica città di Dresda, situata nella Germania orientale, all'epoca popolata da 630.000 abitanti, con una stima di 100.000 rifugiati.

Consumare oltre 1 miliardo di messaggi Kafka al giorno in Ifood

Consumare oltre 1 miliardo di messaggi Kafka al giorno in Ifood

Questa è la seconda parte di una serie di post sul blog che mostrano come stiamo evolvendo l'architettura di Ifood nel team dei profili utente. Quindi, ti consiglio di leggere il primo post qui.

Corso di apprendimento pratico per rinforzo — parte 1

Corso di apprendimento pratico per rinforzo — parte 1

Da zero a eroe, passo dopo passo. Benvenuto nel mio corso di apprendimento per rinforzo! ❤️ Percorriamo questo bellissimo percorso dai fondamenti all'apprendimento per rinforzo all'avanguardia (RL), passo dopo passo, con esempi di codifica e tutorial in Python, insieme! Questa prima parte copre il concetto e la teoria del minimo indispensabile per intraprendere questo viaggio.

Language