LOADING ...

Le finzioni di Margaret Atwood

Esther Wang Sep 19, 2019. 16 comments

"Il nuovo romanzo di Margaret Atwood è stato accolto come l'attesissima distopia femminista e temo che per qualche tempo sarà visto come una prova del potere immaginativo della paranoia femminista", la scrittrice e critica Barbara Ehrenreich ha scritto nel 1986 , subito dopo la pubblicazione del romanzo di Margaret Atwood The Handmaid’s Tale.
The Handmaid’s Tale.

Per Ehrenreich, The Handmaid’s Tale stato "un incubo completamente femminista", anche se forse non nei modi in cui è popolarmente considerato oggi. "Siamo avvertiti", ha scritto, "non solo delle ambizioni teocratiche del diritto religioso, ma di una tendenza repressiva nel femminismo stesso. Solo in superficie Gilead è una fortezza di patriarcato, in stile dell'Antico Testamento. È anche, in un modo completamente sinistro e distorto, l'utopia del femminismo culturale. ”Questo è ciò che ha reso The Handmaid’s Tale , nella sua mente, una“ fantasia di regressione che è quasi altrettanto seducente, in modo perverso, come lo è repellente."

Mi sono ritrovato a pensare a quel fascino seducente   nelle ultime settimane, alla luce dell'eccitazione senza fiato generata da The Testaments , il sequel appena uscito di Atwood di The Handmaid’s Tale che si svolge 15 anni dopo la fine del primo romanzo. Oggi, The Handmaid’s Tale è più spesso descritto come "agghiacciante profetico", apparentemente reso ancor più prescioso dopo l'elezione di Donald Trump; non serviva a nulla il fatto che il popolare adattamento di Hulu al romanzo di Atwood, che era stato pianificato quando tutti pensavano che Hillary Clinton sarebbe arrivato alla vittoria, è invece atterrato durante una presidenza in cui l'autonomia corporea delle donne è stata sotto attacco crescente . "Viviamo nella distopia riproduttiva di" The Handmaid's Tale "," ha proclamato un titolo nel New Yorker. "Pochi scrittori sono stati così vicini al polso di questo tumultuoso anno passato di Margaret Atwood", ha scritto Slate nel 2017, aggiungendo: "I mondi descritti da Atwood sono scomodamente vicini ai nostri, e sembrano avvicinarsi." , nonostante la brutalità del mondo rappresentata da The Handmaid’s Tale , non possiamo sembrare abbastanza: secondo Amazon, The Handmaid’s Tale stato il romanzo più letto del 2017 e il pubblico per l'adattamento di Hulu, che avrà una quarta stagione, sta solo crescendo.

The Handmaid’s Tale balzato dalla pagina e dallo schermo nel mondo reale mentre il costume The Handmaid’s Tale diventato un simbolo della protesta politica delle donne. Nel marzo del 2017, le donne (schiacciantemente bianche) in Texas hanno indossato abiti rossi e cappelli bianchi per protestare contro l'ennesimo disegno di legge contro l'aborto che è stato adottato dalla legislatura statale, dove si sono seduti sul balcone, muti. Quell'azione ha ispirato un gruppo di donne nel Missouri, sei settimane dopo, a indossare i propri costumi, ed è nato un meme politico . (Pochi forse ora ricordano che è stato Hulu, in un trucco di marketing, a vestire le donne per la prima volta in costumi fatti a mano e li ha fatti passeggiare per le strade di Austin, prima della premiere del programma televisivo.) “Il modo più semplice di provare per spiegare che le ancelle rappresentano un futuro in cui le donne non sono altro che la loro capacità riproduttiva ", ha spiegato Heather Busby, direttore esecutivo di NARAL Pro-Choice Texas, che è stato ispirato dopo aver visto l'acrobazia di Hulu per poi schierare il costume come protesta . "Sfortunatamente, con le leggi che vengono approvate, quel futuro non è così irrealistico e non così distante."

Ma se i manifestanti ancella hanno presentato la loro protesta come un avvertimento, mi sembra che parte del fascino di The Handmaid’s Tale— e il fascino strano e appiccicoso di immaginarsi come ancella - non proviene dai suoi poteri distopici di profezia, ma da come, come ha scritto la critica femminista Sophie Lewis, facendo eco a Ehrenreich, "funziona come una specie di utopia", quella in cui le fastidiose differenze che dividono le femministe oggi non sono solo appiattite ma semplicemente non esistono, e dove tutto può essere biasimato dai fondamentalisti religiosi con le pistole. In questa fottuta utopia, scrive Lewis, "la solidarietà femminista fiorirà automaticamente nel peggiore dei mondi possibili" e "la stragrande maggioranza delle donne [sta] finally vedendo la luce e si considera femministe perché la società ha iniziato a trattarle sistematicamente tutti — non solo donne di colore — come chattel. ”

Questo è il tipo di pio desiderio che ha animato gran parte dell'organizzazione vagamente catturata sotto l'ombrello del movimento femminile stimolato dall'elezione di Trump. La storica Marcia delle donne nel 2017, per tutti i segni che lodavano l'intersezionalità, era rappresentata dal cappello da fica, un simbolo che proclamava che siamo tutti uguali e affermato, come diceva il critico Andrea Long Chu, “la promessa di un categoria universale di femminilità. ”La controversia sull'universalità del cappello da figa come simbolo, così come il implosione dell'organizzazione March femminile negli anni seguenti, era in parte dovuta all'apparente impossibilità di una vasta e ingombrante coalizione di donne, largamente unita da una comprensione generale che le donne erano sotto attacco, muovendosi senza intoppi e senza attriti all'unisono.

Atwood, da parte sua, approva. "Penso che usare il costume delle ancelle come meccanismo di protesta sia geniale", ha detto al New York Times in una recente intervista . "Non puoi essere espulso, non stai disturbando e non stai dicendo nulla, ma sei molto visibile." Ha aggiunto, "Tutti sanno cosa intendi."


Rileggendo The Handmaid’s Tale recente, sono stato colpito da quanto sia strano che la creazione di Atwood diventi un simbolo della protesta femminile: Offred, o June come l'adattamento televisivo che la chiamava, del romanzo è straordinariamente passivo, meno interessato a unirsi alla resistenza di Mayday piuttosto che aggrapparsi a tutti i piccoli piaceri che riesce a cogliere nella sua esile, ristretta esistenza, sfuggendo alle grinfie di Gilead solo alla fine attraverso l'intervento di Nick, l'autista della famiglia che serve e il suo amante. O almeno, supponiamo che fugga; La storia di Offred è in definitiva un frammento sopravvissuto. Impariamo un po 'del resto della storia di Offred nelle stagioni 2 e 3 dell'adattamento di Hulu; in The Testaments , appena uscito da Atwood, Offred è quasi un ripensamento, e appare solo nella carne verso la fine del libro.

Spoilers for The Testaments ahead.

Come The Handmaid’s Tale , The Testaments è scritto, come si potrebbe supporre dal titolo, come testimonianza, la storia di tre donne che testimoniano la vita sotto Gilead. Ma se The Handmaid’s Tale era la storia di una ancella, allora The Testaments parla di un altro gruppo di donne, le Zie. (Spetta al lettore immaginare la vita interiore di altre donne nel sistema delle caste che Atwood ha creato: le Econowives, le Marthas, le Jezebels, le Unwomen, le Wives.) In particolare, è la storia di zia Lydia, che ha un ruolo chiave in The Handmaid’s Tale come principale aguzzino di Offred e delle altre ancelle mentre vengono addestrate per i loro ruoli e la cui storia viene finalmente rivelata in The Testaments .

Prima di Gilead, la zia Lydia era un giudice e, per sfuggire a una morte certa, accetta di diventare una collaboratrice dei figli di Giacobbe e del nascente regime di Gilead. (“L'ho messo. Cos'altro avrei dovuto fare?” Chiede quando le viene data la sua veste marrone.) Impariamo come ha scolpito uno spazio separato governato dalle donne nei primi mesi e anni e come ha accumulato il suo forma di potere in quello spazio, attraverso la raccolta di segreti e un dispiegamento spietato del potere che le era concesso. E veniamo a sapere dei suoi rimpianti. “Se solo mi avessi guardato intorno, preso in una visione più ampia. Se solo avessi fatto i bagagli abbastanza presto, come alcuni, e lasciato il paese - il paese che ancora credevo scioccamente era lo stesso paese a cui appartenevo da così tanti anni ”, dice all'inizio del libro. Ma, aggiunge, “Tali rimpianti non sono di alcuna utilità pratica. Ho fatto delle scelte e poi, dopo averle fatte, ho avuto meno scelte. ”

Scopriamo come la zia Lydia, da anni, collabora segretamente con la resistenza di Mayday, in gran parte basata in Canada, nel tentativo di abbattere Gilead. Dopo una serie particolarmente straziante di abusi che è costretta a sopportare presto, pensa a se stessa: “Ti riporterò indietro per questo. Non mi importa quanto tempo ci vuole o quanta merda devo mangiare nel frattempo, ma lo farò. ”Non è, tuttavia, un personaggio degno di piena simpatia. Le scelte che ha fatto sono state troppo drastiche, troppo strette nella sua stessa sopravvivenza, per quello - in breve, ha mangiato così tanta merda che l'odore quasi emana da lei. Tuttavia, fa appello ai lettori della sua testimonianza: "Cerca di non pensare troppo male di me, o non più male di quanto io pensi di me stesso".

Come romanzo, The Testaments è una storia eminentemente leggibile - oserei dire, divertente - di come una donna è diventata, e mi dispiace usare questo termine, complice di un regime che la diminuisce. Il finale è soddisfacente in un modo in cui romanzi come la trilogia di Hunger Games graffiano il nostro desiderio di risoluzione: apprendiamo come le macchinazioni di zia Lydia alla fine rivelano il funzionamento interno dell'élite di Gilead, che alla fine aiuta a porre fine al regime. Ma come una storia significava come un'allegoria per il nostro momento attuale, opera a livello di pura fantasia. "Immagina: un mondo in cui denunciare i misfatti di un regime potrebbe svelarlo!" Michelle Goldberg ha scritto ironicamente sul New York Times. Immagina anche Ivanka nei panni di zia Lydia, un'idea altrettanto fantastica di quella di un informatore che abbatte Donald Trump. Persino l'idea che Melania fosse segretamente comprensivo per i detrattori più forti di suo marito, bisognoso dell'intervento della cosiddetta resistenza, ebbe vita breve.

La Atwood ha affermato che il suo interesse a scrivere un sequel di The Handmaid’s Tale derivato in gran parte dal desiderio di esplorare il modo in cui i regimi totalitari finiscono, così come il suo senso, mentre lo mette a un pubblico a Londra, che "invece di muoversi lontano da Gilead, abbiamo iniziato ad avvicinarci, specialmente negli Stati Uniti. ”Ha iniziato a scrivere il romanzo all'epoca delle elezioni di Trump. "I sistemi totalitari non durano, è la mia fervida convinzione", ha detto al Times . “Alcuni di loro sono durati più a lungo di altri. Quando si separano, che cosa li fa cadere? ”

Ma l'ultimo romanzo di Atwood ha poche lezioni per noi su questa domanda. Atwood è spesso chiamata "profeta" per la sua visione di una società sconvolta dal collasso ambientale e dall'estrema misoginia, ma leggendo The Handmaid’s Tale e ora The Testaments , ho sentito poco di quel brivido di riconoscimento. "Siamo avvertiti, vedendo il nostro sé presente in uno specchio distorto, di ciò in cui potremmo trasformarci se le attuali tendenze possono continuare", ha scritto Mary McCarthy in una recensione critica di The Handmaid’s Tale nel 1986, aggiungendo: "È un effetto, per me, quasi sorprendentemente mancante ”dalla visione di Atwood.

Lungi dall'avvertimento profetico di un futuro possibile e plausibile, mi trovo più incline a considerare i romanzi di Gilwood di Atwood come l'ultimo nel soddisfacimento dei desideri - che i regimi totalitari possono crollare così facilmente; che i collaboratori facciano segretamente parte della resistenza, sfregando sotto il giogo. È il piacere di quell'idea che in parte anima tutte quelle donne che si vestono come ancelle come protesta oggi, che guida gran parte del divertimento delle persone che continuano a sintonizzarsi stagione dopo stagione del programma televisivo (non guardiamo qualcosa, dopo tutto, perché è un manuale di protesta).

Alle inaugurali proteste della Marcia delle donne nel 2017, alcuni portavano segni che recitavano "Rendi Margaret Atwood di nuovo narrativa". Avevamo dimenticato che i romanzi di Atwood erano sempre finzione.

16 Comments

Other Esther Wang's posts

La famiglia Trump regala le caramelle di Halloween più temute di tutti La famiglia Trump regala le caramelle di Halloween più temute di tutti

Lunedì, i Trump hanno ospitato la festa annuale di Halloween alla Casa Bianca, in cui il tema sembrava essere, come ogni giorno alla Casa Bianca, un incubo arancione. E mentre ricevevano il promemoria che i ricchi dovevano distribuire solo barrette di cioccolato di dimensioni standard, decisero di dare il peggior cioccolato di Halloween: le barrette di Hershey. Per CNN:...

La brutta campagna di destra contro Katie Hill La brutta campagna di destra contro Katie Hill

All'inizio di questo mese, il sito Web conservatore e pro-Trump RedState ha pubblicato un rapporto in cui si afferma che la rappresentante Katie Hill, una democratica della California, aveva avuto una relazione con il suo direttore legislativo, Graham Kelly. Il rapporto ha basato il suo   reclamare su un singolo post di Facebook dell'estraneo marito di Hill, Kenny Heslep....

Man With Baby Bangs grigliato dal Congresso su tutto tranne i suoi baby bang Man With Baby Bangs grigliato dal Congresso su tutto tranne i suoi baby bang

Barf Bag Benvenuti a Barf Bag, una raccolta politica quotidiana che ti aiuta a risolvere il caotico ciclo di notizie di Trumpian. prev Il prossimo Mostra tutto Hai bisogno di più dieta Dr. Pepper. Ecco tutta la merda che non potremmo coprire oggi: Mark Zuckerberg è diventato carino e carbonizzato durante un'audizione del Congresso mercoledì. Perché nessuno gli ha...

Rose McGowan fa causa a Harvey Weinstein e ai suoi ex avvocati Lisa Bloom e David Boies Rose McGowan fa causa a Harvey Weinstein e ai suoi ex avvocati Lisa Bloom e David Boies

Rose McGowan , che nel 2017 dichiarato pubblicamente che Harvey Weinstein l'ha violentata, ora fa causa a Weinstein, ai suoi ex avvocati Lisa Bloom e David Boies, e alla società di intelligence Black Cube per il loro ruolo in quello che la sua causa descrive come "uno sforzo diabolico e illegale di uno dei più potenti uomini d'America e...

Suggested posts

La famiglia Trump regala le caramelle di Halloween più temute di tutti La famiglia Trump regala le caramelle di Halloween più temute di tutti

Lunedì, i Trump hanno ospitato la festa annuale di Halloween alla Casa Bianca, in cui il tema sembrava essere, come ogni giorno alla Casa Bianca, un incubo arancione. E mentre ricevevano il promemoria che i ricchi dovevano distribuire solo barrette di cioccolato di dimensioni standard, decisero di dare il peggior cioccolato di Halloween: le barrette di Hershey. Per CNN:...

Il calendario personale di Donald Trump potrebbe confermare l'asserita aggressione sessuale di un concorrente apprendista Il calendario personale di Donald Trump potrebbe confermare l'asserita aggressione sessuale di un concorrente apprendista

Perché lo è l'ex concorrente Apprentice Summer Zervos uno di 25 donne che hanno accusato il presidente Donald Trump di cattiva condotta sessuale, è deprimente facile dimenticare la sua storia: Zervos, ex concorrente Apprentice , afferma che il presidente Donald Trump stuprato lei nel 2007 al Beverly Hills Hotel con il pretesto di invitarla a un colloquio di lavoro....

Muoversi oltre il mito dell'arte Muoversi oltre il mito dell'arte

Shelf Life Una rubrica di libri mensili che considera opere di finzione e saggistica che parlano oltre le loro date di pubblicazione, perché i buoni libri non vanno male.    Se conosci solo due frasi del Dept. of Speculation Jenny Offill, sono queste: “Il mio piano era di non sposarmi mai. Sarei stato invece un mostro dell'arte. ”Queste righe...

Non esiste una cosa come "troppo simile" quando tutti gli editori vogliono lo stesso libro Non esiste una cosa come "troppo simile" quando tutti gli editori vogliono lo stesso libro

Qualche anno fa, mentre stavo acquistando il mio primo romanzo ormai accantonato, un esperto del settore mi ha detto di mettere la parola "ragazze" nel titolo. I romanzi di "Girl" erano grandi al momento: Gone Girl , Girl on the Train , The Girls . Ma pochi mesi dopo, mi è stato detto che dovevo cambiare il titolo. C'erano...

E ora abbiamo raggiunto la fase del testo del crimine del tempo del crimine E ora abbiamo raggiunto la fase del testo del crimine del tempo del crimine

Barf Bag Benvenuto in Barf Bag, una raccolta politica quotidiana che ti aiuta a risolvere il caotico ciclo di notizie di Trumpian.    È ora di bere un gallone di dieta Dr. Pepper! Ecco tutta la merda che non potremmo coprire oggi: E ora abbiamo raggiunto la fase testuale del crimine! Testi rilasciati dai Democratici al Congresso "mostrano gli...

Michael Avenatti afferma che Stormy Daniels gli deve ancora dei soldi Michael Avenatti afferma che Stormy Daniels gli deve ancora dei soldi

Michael Avenatti, un avvocato senziente scherza con la battuta che continua minaccioso candidarsi alla presidenza, afferma Stormy Daniels che gli deve ancora una retribuzione da quei soldi causa . Poiché ogni giorno del ciclo di notizie dura ormai circa quindici anni, potresti aver dimenticato che a gennaio 2018, Avenatti ha intentato una causa per conto di Daniels per concludere...

Il ritratto del matrimonio di questa ancella è troppo sul naso? Il ritratto del matrimonio di questa ancella è troppo sul naso?

Quando Margaret Atwood scrisse per la prima volta The Handmaid’s Tale in 1985, probabilmente non immaginava Kylie Jenner don un mantello rosso e un grido di "lode" per la festa di compleanno di un influencer di Instagram. Immagino anche che non abbia tenuto conto dei fotografi che mettono in scena elaborati ritratti di nozze di fronte a un "muro...

Kamala Harris sta cercando di far iniziare Twitter al presidente Trump Kamala Harris sta cercando di far iniziare Twitter al presidente Trump

Kamala Harris sta cercando di ottenere Presidente Trump e le sue dita di salsiccia hanno dato il via a Twitter. Martedì, il senatore e il candidato alla presidenza democratica hanno scritto una lettera al CEO di Twitter, Jack Dorsey, affermando che ritiene che Trump abbia violato l'accordo dell'utente di Twitter riguardo alle molestie mirate e all'incitamento alla violenza contro...

5 Argomenti inutili che minimizzano l'importanza dell'aborto su richiesta 5 Argomenti inutili che minimizzano l'importanza dell'aborto su richiesta

Il primo colpo nelle guerre dell'aborto femminista fu sparato nel 1969 in un auditorium del Dipartimento della Sanità della città di New York, dove un gruppo di psicologi maschi, dottori, clero e avvocati (e una donna, una sorella Mary Patricia) discutevano delle eccezioni alla legge di New York vietando l'aborto. Stavano discutendo se a una donna fosse permesso di...

In Know My Name, l'intera storia è la più difficile da raccontare In Know My Name, l'intera storia è la più difficile da raccontare

La storia di Emily Doe è familiare. Per una cultura inondata di storie di violenza sessuale, i dettagli dell'assalto sessuale di Emily Doe sono particolarmente orribili. Ma la storia stessa è così familiare che i contorni di ciò che è accaduto sono entrati nella memoria femminista collettiva, sono stati assorbiti e resi quasi mitici. La storia spesso ripetuta va...

Language